lunedì 31 gennaio 2011

Deodoranti ecobio

Buon pomeriggio a tutte!
Direttamente dal mio lettone dopo una domenica sotto effetto paracetamolo, sento l'urgenza di scrivere questo post, che dedico a Vi di Bellezza ecobio fatta in casa, mia maestra, e a Federica di My Beauty Tools, mia concittadina che proprio oggi mi chiedeva la mia esperienza in merito.
Mentre il passaggio all'ecobio mi è stato se non soft, addirittura entusiasmante per certe "voci" della cura della persona.... per quanto riguarda le ASCELLE no, ve lo devo dire.
Chiarisco subito che sono notoriamente una che suda poco e tendo a "osservarne gli aspetti negativi" (puzzare, in dialetto cagliaritano FRAGARE) più tardi rispetto alla media delle persone.
Quindi ciò che segue non va letto sotto la voce "eh, ma chissà che ascella selvaggia c'ha questa qui!".
No, non è questo il caso... e grazie all'anonimato che ho difeso su questo blog credetemi: se lo fossi non avrei mai avuto problemi a dirlo :D
Il mio approccio coi deodoranti DAVVERO ecobio è iniziato fine estate scorsa, col deodorante Auchan che ho recensito qui. Sono riuscita a finirlo solo con l'arrivo dell'autunno e usandolo il weekend in cui, non dovendo stare a lavoro 9h filate, potevo rinfrescarmi quando cominciava a cedere....
E' stata dura, io venivo da deodoranti tipo Infasil, che INCI alla mano fanno paura, ma vi giuro che io a fine giornata ero quasi fresca come appena messo... certo, con tutto quell'alluminio cloridrato e le ghiandole tappate, ovvio!
A quel punto l'italiano medio avrrebbe gettato la spugna, tentativo fatto, ma sarebbe tornato al sicuro...
Io no! Ho cercato online ed ho trovato come alternativa ecobio la pietra d'allume di potassio, suggerita da LaDamaBianca di Recensioni Cosmetiche qui.
Mooooooolto meglio! Complice l'arrivo di temperature accettabili, finalmente andavo a lavoro senza paranoie e lasciando traspirare meglio le ghiandole.
Certo, bisogna essere preparati al fatto che stiamo parlando di deodorazione nel senso stretto del termine, quindi l'effetto freschezza del profumino dei deodoranti non c'è, ma una volta che l'ascella diventa collaborativa... mettere 2 gocce di profumo (o acqua profumata) compensa abbastanza bene...
Ma la mia ricerca non era ancora finita, visto che sospetto che l'efficacia sarebbe scemata con l'alzarsi della temperatura e la maggior sudorazione, ahimè...
Su Promiseland, il forum di Fabrizio Zago, leggo che l'allume di potassio è si molto meglio dell'alluminio cloridrato, ma interferendo con l'attività delle ghiandole, va visto come un blando antiodorante, invece che deodorante, per cui non lo si può considerare pienamente rispettoso dell'organismo.
Come vero deodorante, che quindi non interferisce con l'organismo, ma agisce a livello epidermico per evitare i cattivi odori, consigliavano l'uso del bicarbonato.
Io avevo visto delle ricette per deoranti simil cremino di Lush, quindi solidi con burri idratanti, ma non avendo a disposizione tutti gli ingredienti, rimandavo la sperimentazione del bicorbonato...
Quando un bel giorno Vi posta questa ricetta. Telepatia pura!
Mi sono procurata un paio di oli essenziali e vai di spignatto :)
Primo inconveniente: il bicarbonato, specie saturando l'acqua, tende a sedimentarsi nel flacone e, purtroppo, anche nello spray :( Al terzo spruzzo era già incastrato!
Ero abbastanza sconfortata, come ho raccontato anche a Vi, perchè non avevo altri spray, quindi l'ho travasato, ma senza aspettative, nel flacone roll-on del deo Auchan, convinta che sarebbe fallito, visto che era un flacone per prodotti densi, invece il mio spignatto era liquido.
E invece miracolo: funziona!
Ovviamente nell'applicarlo non lo metto mai a testa in giù, sennò perderei tutto il contenuto, ma non è affatto un problema... e soprattutto, prima di ogni utilizzo, lo agito per 10sec energicamente.
Unico inconveniente, ma minore, è che nell'agitare e applicare esce un pò di liquido e dopo 1 settimana si crea appena di patina di bicarbonato intorno al tappo... ma una sciacquata ed è come nuovo.
Ma veniamo all'efficacia: funziona!
Intendiamoci, mai quanto il "tappa-ghiandole", ma io mi ci trovo meglio che con l'allume di potassio, e considerato che è anche IL più sano, la trovo una vittoria già di per sè :)
Importante: tutto ciò va letto consiederando che siamo in inverno... la prova ESTATE UMIDA CAGLIARITANA mette in ginocchio anche certi tappa ghiadole, quindi vi aggiorno su come procede la sperimentazione del deo al bicarbonato e non escludo a priori di dover tornare a malincuore ai deo tradizionali.
Ma già farlo 1/4 dell'anno, lo considero un buon compromesso da regalare al mio organismo, no?

P.S. Una versione acquistabile, sia per INCI che per prezzo, è il deo Suhada, se mi decido ad andare alla Lidl per vedere se lo portano...

mercoledì 26 gennaio 2011

I miei rossetti

Un anno fa non avrei mai creduto di scrivere questo post, visto che i rossetti erano i prodotti che, sfortuna mia, credevo di essere costretta a snobbare... e invece non c'è limite alla divina provvidenza :)
In realtà non è che mi piaccia di più la mia bocca, ma forse ho imparato ad essere magnanima con lei... pur di comprarmi qualche rossetto, che già solo come oggetto, vale il titolo di "Sua Altezza IL Cosmetico".


Come noterete prevalgono toni nudi, perchè almeno evidenziano meno la bocca... ma quando Kiko ha messo i rossetti in saldo al 50%, con 3€ ho voluto togliermi lo sfizio di prendermi un vero ROSSO... e sapete che non mi sta poi così male?!? Certo, devo farmi l'occhio e provare un trucco che me lo faccia portare con disinvoltura, ma scoprire di poter usare il classico rosso, appaga l'autostima anche di una femminista incallita come me :D

Ecco l'elenco degli "eletti" e le mie impressioni (da sin vs destra della foto):

Kiko Sun Essentials Sunproof Stylo 02 sheer nude: come dice il nome, è un nudo rosato semitrasparente e lucido, molto idratante e con protezione. E' decisamente poco rossetto, ma molto più gloss, durata compresa, ma è uno dei prodotti meglio riusciti di Kiko, visto che l'ha riproposto già in 3 collezioni temporanee di fila... Mi piace e lo uso molto spensieratamente, visto che evidenzia poco le labbra :)

Kiko Smart Lipstick 78 Marrone chiaro: l'esatto opposto del precedente, ovvero, difficile da mettere :(
Non tanto per il colore, un nudo cancella-labbra molto trendy, quanto per la consistenza: troppo asciutta e tende ad andare molto nelle pieghette. Io riesco a metterlo solo sotto un bello strato di gloss e, comunque, rassegnadomi a toglierlo nel giro di max 2h per evitare di avere grumetti e pelliccine in giro per le labbra. Avendolo pagato solo 2,50€ non mi sento di sconsigliarlo categoricamente, ma se avete delle belle labbra carnose, lisce e nessuna pretesa di performance... è meglio :)

Kiko Posh Couture 02 Regal Rose: il mio preferito... e anche quello di Federica/Bluebeam310 :) E' bello il colore, come direbbe lei "poco pretenzioso, ma molto bon ton" ottima consistenza e discreta durata... unico GROSSO neo: non lo trovate più :( Update: nella linea RedEmotion c'è il 130 Regal Rose che mi sembra proprio lui, solo un pelino più glitterato del mio! Lo uso comunque per look da sera, ma solo perchè io la mattina in ufficio non riesco ad andare oltre un gloss...

Essence 40 Look at me!: bel colore, ma troooooppo brillante per i miei gusti. Quindi, anche lui relegato a look da sera, la patina di brillantini dorati che lascia, va via solo con lo struccante selvaggio... a parte questo, la tonalità a me piace, ho un debole per certi colori un pò spenti, fragandomene pure del fatto che non siano esattamente i colori che mi donano di più... 'STIGAZZI POWER!

Rouge Dior 537 Coral Review: provato diverse volte a casa, ma mai usato fuori :D Voi penserete che sia scema a non usare l'unico rossetto degno di essere chiamato tale della mia collezione, ma il colore non l'ho scelto io... e non me lo vedo bene. Tenterò la prossima estate, ma a parte questo, consistenza, sensazione sulle labbra e odore... fanstastici!

Kiko Mat Lipstick 222 Rosso scuro: l'ultimo arrivato, il famoso Rosso di cui parlavo su... mi ha fatto capire che, dopo la mia prima esperienza con lo smart lipstick 78, un rossetto matte può anche essere cremoso e idratante :) Colore intensissimo, molto coprente, confortevole... mi piace moltissimo e non vedo l'ora di usarlo! Pagato solo 3€!

Eccovi gli swatches:


Vi saluto al volo, batteria in abbandonooooo......

sabato 22 gennaio 2011

TAG: "I'm a conscientious beauty addicted": combinazioni 2a settimana

Plin plon!
Si avvisano le gentili supporters che le le combinazioni del programma "I'm a conscientious beauty addicted", ripeto "I'm a conscientious beauty addicted", sono in arrivo al gate 2, ripeto GATE 2!
Questa settimana ve ne propongo solo 2, visto che ho sfruttato qualche combinazione della scorsa settimana e di una non posso mostrarvi nulla... visto che sta in lavatrice :)

Verde oliva
Questa combinazione è recentissima, visto che questo maglione a maniche corte l'ho preso coi saldi appena iniziati: l'ombretto kiko ha la stessa colorazione, ma avendo dei riflessi oro, alleggerisce di molto gli effetti potenzialmente negativi che un verde così possono avere se hai una carnagione non proprio rosea :)
Grazie a Marguerite che me l'ha fatto conoscere con la sua review, lo abbino al blush ELF Coy, un rosa spento che vedo bene con questi colori, un rossetto nude quasi cancellalabbra reso lucido da un gloss trasparente, e gli orecchini sullo stesso verde che vedete in foto... sempre opera della mia amica di Roma...
Trucco sportivo
Questa combinazione risponde sia all'utilizzo del prodotto "dimenticato", ovvero la mia palette Zoeva 88colori matte, ma anche e soprattutto ad un argomento "look" delicata, ovvero associazione trucco con abbigliamento sportivo...
Delicata perchè troppo spesso ho visto comibinazioni orrorifiche, ovvero Moire Orfei vestite come Jill Cooper nei suoi video di home fitness, un collage umano degno di Frankestein!
Secondo me, opinione personale, quando ci si veste sportivi (e io vesto prevalentemente così), bisognerebbe tenersi sul naturale, ma se proprio dobbiamo assolvere a impegni presi con la colletività (tipo questo programma), la mia soluzione è stata questa: jeans e dolcevita nero, le mie amatissime sneakers in foto a cui ho abbinato un trucco leggerissimo usando il giallo e il ciclamino della palette... rimmel, blush e burrocacao, niente orecchini. STOP!
Ditemi, ho toppato? Sincere, mi raccomando...

Buon weekend a tutte e alla prossima puntata...

sabato 15 gennaio 2011

TAG: "I'm a conscientious beauty addicted": combinazione sera

Ecco arrivata la prima occasione per sfruttare un "dimenticato" eccellente: la mia palettina 5 Couleurs Iridescent di Christian Dior!
Ebbene si, regalo ricevuto più di 1 anno fa che non è che ho dimenticato, ma ho sempre trovato poco usabile perchè definirlo shimmer è un eufemismo, è proprio catarifrangente!
In più la combinazione che ho (Petal Shine) ha una prevalenza di toni freddi e viola, che non mi vedo tanto bene e pensavo di far fatica ad abbinare... invece mi ci dovevo solo applicare un pò meglio :)
Stavolta mi sono impegnata a farvi le foto del makeup, sono sempre insoddisfatta, ma meglio di niente, no?


Ho usato tutti i 5 colori della palette Dior, usando il viola bagnato per fare la riga tipo eyeliner, ma molto meno decisa. Nella rima inferiore ho usato la deludentissima almost famous di Essence come "aggrappante" per l'ombretto e, invece, l'ottima parte viola della Double Glam 02 di Kiko nella rima interna.
Per le sopracciglia ho rispolverato il kit della ELF Studio, soppiantato negli ultimi tempi dall'ombretto marrone della palette Roppongi di Kiko (grazie alla dritta di Marguerite), che è solo più laborioso, quindi quando ho tempo come oggi DEVO usarlo...
Finisco il tutto con una bella passata di Diorshow Iconic (regalo allegato alla palette), che credevo secco, invece dovevo solo sfregare meglio lo scovolino all'interno :P

Vi mostrerei volentieri anche le labbra, ma grazie al mio amico Herpes... meglio di no! (non mi manca nulla, lo so che lo state pensando...)


Ma a cosa abbinerà la Giovanna questo scintillante trucco da sera?
Et voilà!

Su jeans e tacco metterò questa camicetta in voile della Esprit che richiama un pò i colori del trucco, mentre gli orecchini saranno questi in filigrana sarda d'argento, volutamente un pò ossidati per l'effetto "antico"...
E un'altra missione è stata portata a termine con successo.... GHIMMI FAIV EVRIUAN!
Buon fine settimana a tutte...

TAG: "I'm a conscientious beauty addicted": fasi 4, 5 e 6

Buongiorno supporters!
Eccoci finalmente alla parte più spensierata di questo programma un po' duro all'inizio, ma molto efficace ed appagante, almeno per me :)
Questa settimana l'ho applicato 3gg su 5 perchè un giorno ero mostruosamente in ritardo a lavoro ed ho messo il classico dolcevita nero d'ordinanza e a mala pena sono riuscita a mettere fondontinta e rimmel, mentre ieri ho preso ferie per aiutare mia sorella neomamma con casa e bimbo... potete immaginare il look :D
Detto questo, ecco le 3 combinazioni e relativi commenti...

Azzurro e rame
E' un look casual che porto con jeans e stivali marroni stile UGG, il maglione è semi sportivo, ma quegli orecchini danno al tutto un tocco più femminile.
E poi è velocissimo: la mousse la applico con le dita sulla palpebra mobile e la sfumo leggermente oltre la piega dell'occhio, mascara e stop: finito! Rimane PERFETTA tutto il giorno, al contrario della maggior parte dei prodotti che ho... Una delle combinazioni da giorno (dovrei dire OOTD e FOTD, lo so) che preferisco in assoluto, e il merito va molto agli orecchini che fa la mia amica di Roma :)

Rosso e oro
Questa è una maglietta rossa che adoro, con una stampa e questa catenella dorata molto particolare, che porto sotto ad una giacchina in lana aperta dello stesso rosso e quegli orecchini a cuore che ho trovato da Oviesse a 1€ coi saldi di fine estate :)
Qua ho cominciato a tirar fuori prodotti diseredati/sfigati che tendevo a ignorare lasciando in fondo al cassetto, ovvero: le palettine ELF (di cui ho parlato qui) e la matita oro di Madina, che è piuttosto dura e scrive pochissimo.
Ho usato il mio primer occhi (Shadows Insurance TooFaced), ho steso il panna della palette Elf Blue Moon su tutta la palpebra (v. foto Base), la matita oro Madina nell'angolo interno dell'occhio, sopra e sotto, tamponata con l'oro della Nymph Dreams (v. foto Angolo) e definendo la piega e l'esterno dell'occhio col taupe di Blue moon (v. foto Piega).
La scoperta positiva è stata che quella matita, così poco scrivente, è adatta ad un trucco oro da giorno, abbastanza sobrio da non rischiare l'effetto "fiesta" la mattina in ufficio :)
E quell'ombretto oro così polveroso, con primer e matita sotto, si fissa abbastanza bene da durare il necessario.

Marrone e turchese
Credo di non essere l'unica ad apprezzare l'abbinamento di questi 2 colori, quindi potete capire la mia gioia quando mi hanno regalato la pashmina che vedete in sottofondo :)
Con una camicia marrone e gli orecchini della mia amica sono perfetti, a questo punto il turchese della palettina Essence party animal su tutta la palpebra ben sfumato e una riga di matita marrone Kiko lungo le ciglia, anch'essa sfumata, e sono pronta!
Il prodotto sfigato di questa combinazione è la matita Kiko, assolutamente inesistente nella rima interna, e che tende a perdere definizione dopo poco: sfumandola in partenza e rinunciando all'effetto eyeliner definito, fa la sua giornata :)

Io sto gongolando molto, non mi è costata nessuna fatica aggiuntiva, anzi, mi ha aiutato a correggere un mio pessimo vizio: decidere cosa mettermi all'ultimo momento, con tutte le incognite collegate: capi che credevi puliti a lavare, stiratura dell'ultimo minuto, ecc.
Invece, aver aperto l'armadio 10minuti nel weekend per decidere questi abbinamenti, mi ha permesso di risolvere questi problemi in anticipo e ho guadagnato un sacco di tempo la mattina prima di uscire... ehm, quando non spengo la sveglia e mi riaddormento :P

Per quanto mi riguarda, il bilancio della prima settimana è assolutamente positivo, quindi torno subito a gestirmi il bucato e sguinzagliare la fantasia per i prossimi look  ;)

Buon weekend a tutte!

domenica 9 gennaio 2011

TAG: "I'm a conscientious beauty addicted": fasi 1, 2 e 3

Supporters,
ecco il primo post sull'applicazione del programma al mio makeup, visto che per quanto riguarda i prodotti viso e corpo sono dentro i ranghi da molto tempo e sono orgogliosa di poter dire che spendo decisamente meno rispetto ad anni fa, grazie alle scelte ecobio :)

Fase 1 e 2: INVENTARIO e QUANTIFICAZIONE MONETARIA

Categoria Quantità Valore
Pennelli 14 € 158,20
Fondotinta 4 € 67,40
Ciprie&Bronzer&Illuminanti 5 € 36,20
Correttori 5 € 39,90
Blush 3 € 9,70
Ombretti mono 16 € 67,50
Palette ombretti 12 € 76,10
Matite occhi 14 € 41,40
Mascara 4 € 19,60
Eye liner 3 € 26,00
Gloss 6 € 18,90
Rossetti 5 € 26,90
Smalti&co. 16 € 65,00
Accessori unghie 7 € 21,30
Altro (primer, fixers, ecc.) 3 € 41,00
Totale 117 € 715,10

Fase 3: RIFLESSIONE  
Questa è la cifra che ho speso io in poco più di 1anno, è vero che i regali non rientrano nel conteggio, ma io non riesco a non considerare che, oltre al resto, ho tipo altri 200€ di trucchi che si sommano a questa cifra.
Ragazze, stiamo parlando di MILLE EURO!
Ho speso una media di 60€ al mese, e pensare che non mi sono iscritta in piscina "perchè costava troppo", nonostante la mia cervicale rigida e col lavoro che faccio...
Ho aspettato i saldi perchè sennò le scarpe costavano troppo... per non parlare delle mille altre cose in casa che ho lasciato in sospeso e sarebbero molto più necessarie...
Vi risprmio altre mille considerazioni e continuo la riflessione... sperando arrivi presto la reazione :)

sabato 8 gennaio 2011

TAG: "I'm a conscientious beauty addicted"

Care lettrici,
in questo momento post festività in cui molte di noi avranno dei sanissimi buoni propositi alimentari per espiare le colpe culinarie o sensi di colpa da acquisti cosmetici selvaggi, giustificati dal "E' Natale una volta sola l'anno" o "Devo essere gnocca a Capodanno, sennò sarò scoglio tutto l'anno!", io e Daniela Gì di Shopping&Reviews abbiamo pensato di allearci in questa collaborazione per "redimerci" :)
Quindi, oltre a proprre a tutte voi questa guida per una gestione coscienziosa delle ossessioni cosmetiche, la metteremo in pratica ne prossimi giorni per dare il buon esempio, proponendovi periodicamente i risultati che otterremo... 

PROGRAMMA
Non abbiamo mai creduto molto ai programmi PSP, 10 PAN e via dicendo, quindi la guida/tag che vi stiamo per proporre non serve a darvi delle regole, ma a trovare un modo di conciliare meglio questa passione per la cosmesi che abbiamo con eventuali sensi di colpa, quelli che derivano da uno sbilanciamento di questo tipo:
COMPRI TROPPO RISPETTO A QUANTO UTILIZZI
Se li hai, potresti trovare giovamento da questa guida, sennò... buon per te, nessuno si deve permettere di giudicare la tua libera scelta di spendere i tuoi soldi come desideri :)
Ci teniamo molto al fatto che questa proposta vada vista per una libera adesione personale e non una critica verso chi non partecipa. Detto questo, bando alle ciance e descriviamo l'iniziativa!


PREMESSA: le fasi dalla 1 alla 3 sono opzionali, per permettere a tutte di partecipare anche senza esami di coscienza...

Fase 1: INVENTARIO (opzionale)

E' di fondamentale importanza che tu prenda coscienza della quantità e varietà dei cosmetici che possiedi.
Questa fase presenta molteplici vantaggi:
  • ricordare cosmetici dimenticati;
  • controllare scadenze e valutare integrità dei prodotti;
  • individuare errori ricorrenti (es.: colori fondi sbagliati, ombretti prevalentemente di un solo colore, ecc.);
  • individuare falle su cui direzionare acquisti futuri (perlomeno)
Quanto più dettagliato sarà l'inventario (es. classificando per tipologia, marca, colori, ecc.) quanto più sarà facile la fase successiva e, in generale, la tua "presa di coscienza" :)
N.B.: Ilaria di IlariaMPS ha creato un questionario per "cosmetico trascurato" in questo suo post... molto utile in questa fase!

Fase 2: QUANTIFICAZIONE MONETARIA (opzionale)
Partendo dall'inventario, quantifica monetariamente il valore del tuo parco cosmetici, esclusi regali e omaggi.
Ovviamente di molti non ti ricorderai i prezzi precisi, ma orientativamente sarai in grado di attribuirgli una fascia di prezzo.
Fai dei totali parziali, se ti possono essere utili, ma fai obbligatoriamente il totale dei totali.

Fase 3: RIFLESSIONE (opzionale)
Guarda quella cifra e paragonala a beni di egual valore, di prima necessità o meno, ma di diversa natura: spesa alimentare, benzina, regali a persone care, viaggi, beneficienza, ecc.
Se ti sei resa conto di aver esagerato, passa alla fase 4, sennò continua a schiacciare sul turbo sensi di colpa finchè non te ne rendi conto :)

Fase 4: REAZIONE

Ok, quei soldi sono spesi e non c'è modo di riconvertirli, no? E molto probabilmente non è neanche quello che vuoi, insomma, alla fine ti ha fatto piacere spenderli, fanno parte della tua passione e/o svago degli ultimi mesi, o anni, ci sei legata!
Alla fine, il senso di colpa più cocente è molto più per il fatto di NON USARE TUTTI I COSMETICI come dovresti, più che per averli acquistati, no?
E allora hai già capito dove va a parare questa psicoterapia di gruppo :)

Fase 5: AZIONE

Gli ingredienti di questa fase sono entusiasmo e fantasia :)
Il fine settimana o quando hai un po' di tempo libero, prendi ciascun cosmetico, specie i pezzi più trascurati e abbandonati, e comincia a studiare il modo migliore per farlo rendere al meglio, crea associazioni tra prodotti non ancora sperimentate, insomma, è la fase ArtAttack!
Sporcati le mani/braccia con swatches, prova ombretti bagnati, pensa ad utilizzi alternativi (ombretti come blush e viceversa, ad es.) e butta un occhio anche agli accessori e al guardaroba.
Crea delle combinazioni e annotale, in modo che il giorno che decidi di mettere quell'accessorio/capo d'abbigliamento, non devi fare chissà quale gioco di memoria per ricordare quale trucco ci volevi abbinare.
Durante la settimana metti in pratica i frutti di questo lavoro, cercando di usare un cosmetico "diseredato" (i classici acquisti sbagliati che tutte abbiamo fatto) almeno 1 volta alla settimana e, se necessario, cambia le combinazioni di volta in volta in modo da trovare quella in cui farlo rendere al meglio :)
Se ti va e lo trovi utile, a fine giornata annota pro e contro della combinazione testata e, se non l'hai già fatto, documentati online sul prodotto che ti da problemi: ci sono dozzine di recensioni e tutorial che possono darti spunti per altri esperimenti!
Puoi anche affidarti ai video tutorial e cercare i colori più simili a quelli usati tra i tuoi, senza farti prendere dalla frustrazione di non averli esattamente tutti e uguali... potrebbe essere una rivelazione inaspettata che la tua versione sia pure meglio!

Fase 6: GONGOLA

Riprendi l'inventario e segna, nel modo più piacevole possibile, i prodotti che sei riuscita ad usare nel corso della settimana e condividilo con noi!
Se sei una blogger, puoi fare un post contrassegnato da questo tag in cui ci racconti, anche tramite foto, i tuoi esperimenti, i pro e contro, come li hai abbinati, insomma, un meritato plauso a te stessa, alla tua coscienza e alla tua fantasia!
Se invece sei una semplice lettrice, senza blog, puoi inserire il tuo commento gongolante a questo post!

Avvertenze: attenzione all'effetto appagante della fase 6, il rischio di cadere in tentazione subito dopo è altissimo, quindi ponetevi prima un vostro traguardo realistico e, nel mentre, oltre a seguire la fase 5, girate al largo da negozi e siti pericolosi.
Se siete abbastanza forti potete concedervi, dopo ogni fase 6, un giro di ricognizione in negozi cosmetici, solo per provare e meglio ponderare acquisti futuri, mi raccomando!

Quasi sicuramente in questo frattempo vi si accumulerà una certa voglia di comprare, diciamocelo... che fare?
La cosa va controbilanciata in maniera proporzionale, la misura la detta la propria coscienza... oltre che la propria tasca :)
Quindi, se le cose che mi voglio comprare costano tanto, devo seguire il programma almeno tot, sennò può bastare anche tot.
Insomma, se provi a seguire queste indicazioni, è perché hai dei sensi di colpa... se li hai, vuol dire che hai una coscienza e un buonsenso che ti faranno capire qual è onestamente la misura del concetto di "esagerazione" e "appropriatezza"... per te, ovviamente!

Potete seguire questo tag anche sul blog di Daniela a questo link.
Aggiungo un'ultima cosa: se siete arrivate qui in fondo avete le caratteristiche di forza d'animo necessarie per patecipare... dai che se siamo tante ci facciamo forza e, soprattutto, ci divertiamo :P