mercoledì 29 settembre 2010

OT: Perché mentre noi ci imbellettiamo, qualcuno ne approfitta... II

Altro video che ogni tanto mi piace proporvi, per riflettere tutte assieme...


Buona visione e ogni commento è il benvenuto ;)

11 commenti:

Des ha detto...

Accidenti Giovanna che bel video mi hai fatto vedere! Verrebbe da trasferirsi in spagna però ora =)

Giovanna ha detto...

@Des: già, de panza si! Ma non ci dobbiamo rassegnare, ci deve pur essere qualcosa che possiamo fare nel nostro piccolo, no? Personalmente cercherò di stare + attenta negli acquisti evitando prodotti che stereotipano le donne nella pubblicità... ricordatevi che questo è l'unico campo in cui la quantità fa la differenza, e proprio noi l'abbiamo visto concretamente con l'attenzione inaspettata di tante case cosmetiche verso il nostro "tunnel".
Muoviamo tanti soldi, ragazze, cerchiamo di usare questo potere per protestare, ogni tanto...

Laura ha detto...

grazie per la segnalazione! vedrò di diffondere...

Daniela Gì ha detto...

Mentre lo postavi stavo guardando l'altro che avevi postato mesi fa (si ogni tanto vado a leggere i vecchi articoli!) O.o leggi anche nel pensiero ora?
tornando seri, a me queste pubblicità fanno imbufalire (per non essere volgari) non poco, e ho sempre boicottato i prodotti di brand che mercificano tramite spot e manifesti.
Certo che quelle pubblicità mostrate all'inizio sono veramente disgostose, come ha fatto il comune ad approvarle??
Voglio andare a lavorare con quel tipo spagnolo!!!

Giovanna ha detto...

@Daniela: HAHAHA! Ogni evento continua ad avvalorare la tesi che potrei essere una tua collega, motivo per cui non ti avrei letto nel pensiero, ma semplicemente guardato il monitor :D
Anche a me quelle pubblicità tirano fuori il Charles Bronson che è in me, ma ci vuole sangue freddo, sorella... e mente lucida.
Il comune? E ti stupisce? A me per niente, purtroppo, anche i comuni, volenti o nolenti, seguono spesso logiche legate alla cassa...
Se il mio capo fosse bonazzo come quello spagnolo, giarrettiera evridei, ma non per aderire allo stereotipo, MA PERCHè LO VOGLIO IO!

valeria ha detto...

Oh! Finalmente qualcuno ne ha parlato in tv! Dico subito che pubblicità non ne guardo tantissima, di solito quando c'è, ne approfitto per andare in bagno, andare a bere, mandare sms....però ogni tanto ahimè, la subisco pure io e quella della bambina-casalinga mi era saltata agli occhi! Partendo da quella ho notato una cosa: tutte le pubblicità (o comunque la maggiorparte)di merendine e alimenti per bambini raffigurano la famigliola felice con il maschietto, ma quando si tratta di alimenti "leggeri-con meno grassi" ecco che salta fuori la femminuccia...Complimenti ai "creativi"...

laMilla ha detto...

c'è poco da fare...gli spagnoli stanno veramente avanti!! Mi domando perchè non mi ci sono mai trasferita!!
Una cosa che mi fa imbufalire?? Belen Rodriguez...vedere le sue chiappe che pubblicizzano una tariffa di telefonia mobile non mi porterà a cambiare compagnia...anzi!!
Ed è una delle tante!! Vi ricordate quella pubblicità di quel bambino che aveva perso il suo adorato peluche e aveva attaccato locandine per la città? Non mi ricordo bene il soggetto...ma quelle sono vere pubblicità...che ti restano!! :)

EcoBioPlanet ha detto...

Giovanna, grazie per aver segnalato questo video!
Avete detto già tutto, concordo con tutte voi...
Ma è possibile che l'Italia faccia acqua da tutte le parti???-.-
Baci! Anna

Giovanna ha detto...

@Laura: grazie per la diffusione, può fare solo bene!
@Valeria: all'uso delle femminucce per scopi "dietetici" non avevo fatto caso.
Diciamo che ci sono diversi livelli, è già solo il livello più superficiale ed esplicito (TETTE-CULI) mi basta per inorridire.
@laMilla: la pubblicità della TIM si commenta da sola, mentre quella del pelouche non la ricordo, cosa mostrava?
@EcoBioPlanet: hehehe, magari fosse acqua, non farmi essere più scurrile ;)

Maria ha detto...

le pubblicità che non sopporto davvero sono quelle dei prodotti per la casa, dalle scope ai piumini ai lavapiatti... Ci sono SEMPRE E SOLO donne... Come se le pulizie di casa fossero cose esclusivamente da donne... Non eistono forse uomini che puliscono e aiutano in casa? Sì, però i pubblicitari non lo sanno, o li ignorano...
Quando finalmente vedremo una pubblicità in cui un prodotto di casa è usato da un uomo senza donne in mezzo che dicono 'bravo tesoro con questo prodotto anche tu sei utile in casa!' allora potrò ufficialmente dirlo: 'la pubblicità italiana ha fatto un passo avanti'.

Giovanna ha detto...

@Maria: io non credo proprio li ignorino, ricordati che il loro lavoro non è "migliorare la società", ma semplicemente far vendere un prodotto. Stop. Stai tranquilla che dietro ci sono fior di sondaggi e ricerche di mercato che dimostrano che quella logica è, ancora e tristemente, prevalente e, per loro, quella su cui investire per un risultato sicuro.
Ogni tanto c'è qualche azienda o pubblicitario coraggioso, va detto, ma ha sicuramente una percentuale di rischio che pochi, soprattutto oggi con la crisi, si possono permettere...

Posta un commento