lunedì 16 agosto 2010

Il beauty "in incognito" da ufficio

Oggi tragico rientro in ufficio dopo le ferie, se nn altro all'insegna dei (miei?) soliti buoni propositi da inizio nuovo anno "scolastico".
Facendo 8h+1h di pausa pranzo in ufficio, la prima questione in sospeso da quando sono entrata nel tunnel cosmetico è:
come faccio a ficcare un kit essenziale da restauro nel beauty da "lavaggio denti" post pranzo che tengo in ufficio?
Perchè a voi sembra banale, ma io vorrei soddisfare queste mie esigenze (in ordine di importanza decrescente):
1. contrastare l'ingrigimento/scomparsa di qualsiasi makeup mattutino che mi affligge nel pomeriggio;
2. far stare nel mio attuale beauty (v. foto) tutto ciò che mi serve, viste le basi d'appoggio inesistenti del bagno del mio ufficio;
3. usare prodotti che possa lasciare in ufficio senza dover fare grosse rinunce a casa o snervanti spostamenti da borsetta a beauty, ecc.;
4. non destare grossi sospetti di "rifacimento facciata" nei colleghi (quindi nessuna sostituzione beauty e/o cambi drastici di colori).
In sintesi, mi serve opacizzare, coprire imperfezioni tornate a galla e dare colore sano e luci nei punti giusti.
Ecco le mie aggiunte strategiche al beauty "lavaggio denti":

- pinzetta per capelli mini;
- foglietti opacizzanti essence: piccoli, ma essenziali per preparare il restauro;
- correttore full coverage concealer della Kiko: piccolo, molto coprente e specchietto;
- confezione mini del mio fondo truccominerale: il fondo lo travaso dalle confezioni standard che tengo a casa, avrà più la funzione di cipria per fissare il correttore e rendere + omogeneo l'insieme dei ritocchi, che di vera base;
- mini pennello bareMinerals (per fondo): era nel kit prova, non mi piace, ma non ho kabuki in più e cmq non ci starebbe... per i ritocchi può andare ;)
- bronzer illuminante bottega verde: da un colorito sano e luce, senza fare effetto mattone, molto modulabile;
- pennello blush retraibile (per bronzer): marca sconosciuta, è il pennello più vecchio che ho, parlo di 15 anni :)
- campioncino di mascara Clinique con ottimo scovolino, "caricato" col mascara elf che invece ha uno scovolino inutilizzabile (2 piccioni con una fava);
- rossetto Kiko posh couture 01: è praticamente un gloss trasparente, ma dura molto di + ed è molto idratante.
Domani inizio il collaudo, ma per ora, missione compiuta...

1 commenti:

Ely ha detto...

Esatto è molto molto simile al Posh Polish della Eyeko! Il vantaggio di questi smaltini di H&M è che contengono solo 3.2ml di prodotto quindi anche se non dovessero piacerti sai che nn hai sprecato molto sia in termini di soldi che di prodotto...diciamo che sono delle specie di tester! =)

Un bacio

Posta un commento