mercoledì 26 maggio 2010

OT: Perchè mentre noi ci imbellettiamo, qualcuno ne approfitta...

... e questo mi provoca un'orticaria che annulla gli effetti di mille creme :)
Scherzo, ma quando penso a certe cose, divento improvvisamente molto seria... voi?

sabato 22 maggio 2010

Fitocose: Cellite Normale e Acqua profumata al Monoi



Cellite Normale: non voglio perdermi qui in un trattato sulla cellulite, finirei per dire cose che spero siano note a tuttE e che ragazze molto più brave di me hanno spiegato egregiamente (alidinamos), ma solo dirvi che con questa crema mi sto facendo un massaggio quasi tutte le sere, che la consistenza è ideale per fare un massaggio abbastanza lungo da considerarsi utile contro la cellulite, ma dopo tot si assorbe comunque. Quindi ci si può vestire senza troppo fastidio e, se invece si va a dormire, ci si riesce a girare nel letto senza attorcigliarsi alle lenzuola.
Impossibile darvi risultati dopo 15gg, col fatto che qualche sera è saltata, ne riparliamo almeno fra 2 o 3 settimane. Profumo piacevole e che altro dire? Tappo ermetico con linguetta! Almeno questa si apre e chiude facilmente... Per ora direi che mi piace...


Acqua profumata al Monoi: esattamente quello che dice il nome, ma voglio soffermarmi sul profumo di Monoi: è uno dei profumi più belli che esistano. Siamo abituati ad associarlo alla spiaggia perchè molti prodotti solari hanno profumo di Monoi, e purtroppo molti fanatici abbondano quasi da fartelo nauseare, ma nella giusta dose, sfido chiunque a dirmi che non è bellissimo... E devo dire che quest'acqua è ancora + delicata e (purtroppo per me) tende a consumare il suo effetto nel corso della giornata.
Non contenendo componenti alcoliche (almeno, credo dipenda da questo) il profumo contenuto tende a separarsi dall'acqua, ma basta agitarla appena e si mischia perfettamente (v. foto, prima e dopo).
Io non ho avuto altri prodotti o il Monoi vero, quindi non vi posso fare confronti, ma leggevo sul forum di Lola che lei stessa ne va matta, io mi sono fidata di lei e devo dire che mi piace tantissimo. La ricomprerò di sicuro!

Fitocose: Crema solare oil-free e campioncini


Crema solare oil-free media protezione: questa comincio a descrivervela, ma purtroppo non sono ancora riuscita ad usarla. Ha colore, consistenza e profumo ottimi, ma la confezione assolutamente non adatta alla spiaggia (come ci fa notare alidinamos).

Campioncini
: avevo richiesto Brufocrema, unguento alla calendula e una crema solare. Ho ricevuto:
Contorno occhi alla rosa: esatto, mi hanno mandato da provare una delle creme che avevo comprato! Direi un bel pò distratti...
Crema antirughe Fitosomi Ginseng: Ottima consistenza e profumo, sto decidendo se farla provare a mamma o sorellone...
Brufo crema: l'unica mia richiesta soddisfatta, ovviamente la proverò l'autunno prossimo, visto che se ne sconsiglia l'uso nei periodi di esposizione al sole...

Note dolenti generali
Approfitto di quest'ultimo post sui prodotti viso Fitocose per sollevare la nota dolente di tutte le creme Fitocose: il tappo di sicurezza delle confezioni!
Lo so bene che serve a proteggere da contaminazioni, soprattutto essendo prodotti naturali non hanno i conservanti di altre creme, ma:
- con le confezioni nuove, con creme sino all'orlo, ogni volta che riesco a togliere a fatica quel tappo (assenza di linguetta, ci vai di unghie, se ne hai) rischio di lanciarne la metà sullo specchio del bagno;
- quando lo vuoi richiudere, è talmente ermetico che lo devi flettere, sennò l'aria che è entrata dentro al vasetto non lo fa entrare, e se il vasetto è nuovo e pieno di crema, 2 volte su 3 ti fa lo sbuffo di crema sul bordo!
Direi che sulle confezioni vedo ampissimi margini di miglioramento, anche se, ricordiamoci, sono cose che incidono sul prezzo e, per alcuni tipi di confezione, temo anche sull'ambiente, quindi capisco siano scelte da ponderare bene per un'azienda che fa dell'ecocompatibilità una delle sue bandiere.

Fitocose: crema all'Alchemilla e No-Pori Crema


Crema all'Alchemilla per pelle mista: tallone d'Achille del mio ordine Fitocose. Aspetto e profumo gradevole, ma le 3 volte che l'ho provata, risultati molto deludenti. Mi pare un pò pesante per la pelle mista, la tengo sigillata proprio per ritentare l'utilizzo questo autunno, non mi rassegno. Gli effetti sono quelli di una base troppo grassa: lucidità in aumento da subito, tenuta scarsa della base, anche se leggera e "asciugante" come il fondo minerale. Credo che potrei usarla come crema notte appena finisco la No-Pori Crema... Peccato!

No-Pori Crema Per pelle lucida con pori dilatati: E' la mia attuale crema notte, dopo la detersione con le 3 biofasi. Questa è la prima crema Fitocose che puzza, anche se non in modo fastidioso da non usarla. Di questa vi metto la foto di colore e consistenza, che mi ha fatto sospettare fosse "guasta" per qualche tempo.
Ma poi ho visto un video di una ragazza (milale87) e mi sono rincuorata, anche la sua era così. E' abbastanza corposa, non propriamente unta, ma anche con questa ancora non noto restringimento dei pori. Senza infamia e senza lode, la finirò e valuterò se vale la pena riprenderla...

Fitocose: Gel e tonico alla viola tricolor e sapone al miele


Gel detergente alla Viola Tricolor per la pulizia della pelle grassa: E' un gel trasparente sul giallo che non fa schiuma, profumo di menta balsamica, rimuove bene lo strato di sebo sulla pelle ma non il trucco, specie quello degli occhi (ho voluto provare, ma lo sapevo già) perchè non contiene nessuna componente grassa. Io infatti lo uso come detergente la mattina, non la sera perchè dovendomi struccare uso le 3 biofasi. E' piacevole, non aggressivo, quella menta da proprio una bella sensazione di faccia pulita e fresca. Ne basta davvero poco, credo che di questo passo mi farà tutta l'estate... Che dire, promosso!

Tonicoper il viso alla Viola Tricolor per pelle grassa: è la versione liquida del gel, io l'ho preso soprattutto per avere un tonico per le 3 biofasi che fosse ecobio e quindi, acidificante (non avevo voglia di farmelo a casa col limone o aceto). Non credo ci sia molto altro da dire su un tonico, se non che proprio coi pori dilatati, quella picchiettatura fresca penso aiuti... Approvato!

Sapone al miele: che dire, un sapone davvero naturale con un buonissimo profumo di miele. E' un bel pezzo grande (nella foto vedete la metà), io lo uso come sapone per il viso la sera e credo mi durerà una vita. Non l'ho mai provato senza prima aver messo l'olio di jojoba, ma per questo scopo ha il livello di sgrassamento ottimale: toglie l'eccesso giusto, ma la pelle non fa mai trrr trrr (rumore che faceva lo svelto sul piatto pulito, ricordate?), credo dovrei insaponarmi la faccia almeno 3 volte per togliere del tutto il grasso sulla pelle. E poi costa talmente poco...

Fitocose: Crema alla rosa, Jalus Plus e No-Pori Gel


Crema alla Rosa rubiginosa contro le rugosità del contorno degli occhi: è una crema densa e bianca, con un profumo delicato di rosa che idrata benissimo il contorno occhi. La applico sia la mattina prima del trucco che la sera prima di andare a dormire. Appena applicata da l'impressione possa lasciare la patina biancastra, ma il mio contorno occhi dopo 1 o 2 minuti la assorbe completamente. Una volta assorbita, io noto questo effetto: la pelle ha un bel turgore e rimane un leggerissimo strato "appiccicoso", ma non in senso negativo, il tanto che basta per far aderire meglio il correttore/fondotinta minerale che applico dopo.
Da quando uso questa crema non ho più avuto problemi di secchezza nel contorno occhi, la promuovo a pieni voti!

Jalus Plus siero ristrutturante: è il cavallo di battaglia della Fitocose, ma se devo dire la verità, da quando lo sto usando (15gg circa solo la mattina) non ho ancora apprezzato i miracoli di cui molte parlano... E' un gel abbastanza liquido, completamente trasparente e inodore e si può spalmare su tutto il viso, contorno occhi incluso. Si asorbe in un battibaleno, è vero che lascia quella sensazione di "pellicola" di alcuni sieri all'acido ialuronico (con certi ci si sente posseduti da Moira Orfei), ma per niente fastidioso.
Io lo uso dopo la pulizia e prima del no-pori gel, e adesso che inizia il caldo come idratazione mi basta, ma non credo con l'inverno sarà sufficiente da solo.
In conclusione: mi piace, lo uso sempre e lo ricomprerei, ma forse avevo aspettative "pompate" da quello che ne avevo letto...

No-Pori Gel per pelle con pori dilatati: E' un siero poco denso, acquoso, biancastro e con un leggero profumo (piacevole). Io lo applico nelle zone del viso in cui ho i pori più dilatati e si assorbe velocemente.
Anche questo, nonostante lo stia usando quotidianamente da 15 giorni, per ora non mi ha fatto osservare miglioramenti visibili sui pori, ma continuo ad usarlo con costanza e vi aggiorno. Ho invece notato che per le prime ore, col fondo minerale, controlla abbastanza bene la lucidità, ma già a ora di pranzo noto quasi un effetto opposto, una specie di eccesso di lucidità che non avevo notato prima. Rimando questo giudizio ad almeno un'altra settimana di osservazione...

lunedì 10 maggio 2010

Prima prova smalto Essence: delusione!

Post ultra rapido per dirvi che la prima prova dello smalto Essence non è andata tanto bene. Io non sono un drago nell'applicazione, però già rispetto a quelli Kiko, secondo me risulta più complicato da stendere.
Mi sembra un pò troppo denso, per cui va molto "spalmato" per essere distribuito sull'unghia, e proprio qui viene l'altra nota negativa: il pennellino tondeggiante, invece che piatto, non agevola per niente :(
La coprenza mi pare ottima, se si riuscisse a spalmarlo bene basta di sicuro una sola passata, ma per ora mi sono solo pasticciata... E quando succede con smalti scuri, anche fare tentativi successivi diventa impegnativo, perchè togliendoli vanno a finire nelle cuticole e si vedono troppo, allora bisogna andarci di cotton fioc, ecc.
Insomma, pazienza e voglia di buttarci un pò di tempo!
Peccato, speriamo le prossime prove mi facciano cambiare idea...

venerdì 7 maggio 2010

Acquisto "siliconico" per occasioni speciali + smalto


Come accennavo nel mio post Premesse importanti, intendo scendere a compromessi col "sintetico" quando la circostanza lo richiede, per cui, in vista di un matrimonio, ho deciso di comprare il fondotinta siliconico più famoso (tra quelli comprabili): il ColorStay della Revlon. Trovare una profumeria che vendesse i trucchi Revlon è stata un'impresa, ma alla fine (grazie alla segnalazione di una ragazza su un forum) l'ho trovata: La Gardenia.
Il colore è perfetto, ho preso la versione per pelli miste/grasse, ha una scadenza di 24mesi, Prezzo €21.95.
UPDATE: ieri prova matrimonio stra-superata: con l'aiuto della cipria MAC, ma alle 21 di sera era quasi intatto, considerato che l'avevo fatto alle 11 del mattino...
Una volta li, visto l'assortimento e lo sconto del 20%, ho voluto provare lo smalto che vedete nella foto della L'oreal, di cui se ne parla davvero bene e il colore lo vedo molto bene quest'estate. Prezzo € 9.50 - sconto €1.90 = € 7.60.
Aggiungerò le recensioni appena li provo, intanto: molta soddisfazione!

Primo acquisto Essence


Ieri ho scoperto che Essence c'è anche nella mia città, ma è venduto nell'unico Oviesse (delle 3 presenti) in cui non ero ancora stata :)
Purtroppo non c'era il famoso trio di correttori tanto celebrato, ma in compenso un discreto "rimasuglio" degli altrettanto famosi smalti: quello che vedete è il numero 39 spicy, un bel marron cioccolato scuro, senza glitter e perlature. Molto chic!
La scoperta piacevolissima è stata il levasmalto (senza acetone) alla fragola: una volta evaporato, lascia un bel profumo di fragola :)
Infine ho voluto provare i foglietti opacizzanti, che non avevo mai usato prima, ma visti i prezzi della Essence, era un sacrilegio non farlo.
Ecco, i prezzi: nello scontrino non è specificato e io non ricordo bene, mi pare lo smalto fosse il prezzo più alto dei 3: €1.49, €2.79 e €1.99. Fate voi!

martedì 4 maggio 2010

LUSH: il signore dei granelli, nonsimangia e ipanema


Finisco la mia collezione con eri mejo: i saponi! Forse come ingredienti c'è di più ecobio, ma non sono poi tanto pessimi e con questi qui si che Lush si merita la fama di profumi meravigliosi!
Il signore dei granelli: (in alto a destra) mai nome poteva essere più appropriato: aspetto abbastanza anonimo, ma il suo odore fa perdere la dignità anche ai più sostenuti. Ho visto gente staccargli i granelli di nascosto e provare ad assaggiarli, altra che se lo sfregava alla coatta sul dorso della mano per potergli rubare l'anima e poterla sniffare ancora qualche volta, dopo il distacco :) Caramello e biscotto, ma di quelli bbbbuoni!
Fa pochissima schiuma e i granelli d'avena fanno un very soft scrub.
Nonsimangia: (in alto a sinistra) credo di essere stata una delle ultime ad ordinare la vecchia versione, quella con la cera d'api. Secondo posto dei profumi più piacevoli, anche se non l'ho ancora provato.
Ipanema: (in basso) è limone ripieno di sabbia scrubbante, meno forte di un grattino, ma più forte del signore dei granelli. Fresco e molto "lavante" :)

LUSH: scioglimi e ti spezio in due (oli da massaggio solidi)


Eccoli qua, i miei prodotti tanto desiderati che si sono rivelati la più grande delusione di Lush. Ma non tanto per l'ottima idea della forma solida, quanto per gli odori (notare la scelta della parola).
Per me passare da oli tipo Fate, Elfi o quelli ricchi alle mandorle della Ardes a questi, mi ha traumatizzata, altro che rilassata!
Scioglimi: (dentro la scatola) Doveva essere quello base "per chi sta iniziando", quindi ho pensato avesse una fragranza semplice, magari banale. Dire che è "particolare" è fargli un complimento, ha un odore strano, non ce n'è uno prevalente, altro che crema pasticcera, fiori freschi... Consiglio: chi ha le botteghe a portata di mano, vada a odorarlo, chi come me può solo ordinare a scatola chiusa, ci pensi 2 o 3 volte se se la sente di rischiare, visto il prezzo...
Ti spezio in due: questo doveva essere la rivincita sull'altro, di meglio ha solo che è più distinguibile l'odore prevalente: la menta piperita, e forte pure. Ma in quanto a piacevolezza, siamo li: STRANO! Quando dico strano intendo che per me non è un profumo (odore piacevole), non è una puzza (odore spiacevole), ma rimane tra gli odori mai sentiti prima, che non escludo che a qualcuno possa piacere, ma ragazzi, questo va sulla pelle! DEVE ESSERE PIACEVOLE!

domenica 2 maggio 2010

LUSH: labbrao meravigliao


Va dato atto alla Lush di avere delle idee carine... da scroccare. Questo è l'esempio lampante di quasi 6€ di packaging, perchè gli ingredienti sono imbarazzanti. Ovviamente funziona, il prfumo è buono, ma visto che va sciacquato, manco quello vi rimane... Ennesimo sfizio che non replicherò.

LUSH: questione di peeling e magia nera


Questione di peeling: (il verde sulla sinistra) è un grattino, ovvero uno scrub corpo abbastanza forte, a base di zucchero e oli. Va fatta attenzione nell'utilizzo: a fine doccia, va passato sulla pelle bagnata, mai sotto il getto dell'acqua, e quando sulla pelle avrà lasciato la quantità sufficiente di zucherini per lo scrub, va messo da parte. A quel punto si procede con lo sfregamento degli zuccherini e oli rimasti sulla pelle. E' molto efficace come scrub, sulle promesse anticellulite stenderei un velo pietoso. Lo ricomprerei solo se non riuscissi a replicarlo a casa, vista la banalità degli ingredienti. Ah, il profumo è forte, sa di alcuni detersivi disinfettanti, comunque piacevole, ma tanto si lava via...
Magia nera: non l'ho ancora provato, dovrebbe fare una leggera esfoliazione con forte idratazione a base di burri idratanti. Ma il motivo principale per cui l'ho comprato è l'odore: avete presente lo sciroppo (antibiotico?) rosa shocking che ci davano da bambini e che io adoravo? Quello. Come lo annusate, flashback agli anni 80.
Non lo ricomprerò, ma sono contenta di averlo fatto :)

LUSH Dream cream


Dream cream: E' uno dei prodotti più pubblicizzati dalla Lush stessa, ma a me ha un pò deluso: pur idratando bene, gliene do atto, lascia un leggero velo appiccicoso sulla MIA pelle, anche a distanza di tempo e non esagerando nelle dosi. Il vanto principale di questa crema è che sia adatta anche alle pelli più delicate, ma io, non avendola, forse non sono la persona più adatta ad apprezzarne questa qualità. Direi che più che profumare, odora: per fortuna abbastanza delicato, ma sa di un misto tra fanghi e intrugli d'erbe di erboristeria. Non la definisco puzza, ma odore strano, non qualcosa che vorrei la gente mi sentisse addosso. La uso solo perchè è abbastanza delicata da essere coperta da un leggero profumo, ma non la ricomprerò, soprattutto visto il prezzo.

LUSH: Mediterraneo e Happy hippy


Mediterraneo: gel doccia bifasico dal profumo molto estivo, muschiato, poco dolce, molto unisex. Mi piace molto ed è anche uno dei pochi prodotti promossi dal forum di Lola e difficile da replicare a casa, quindi l'unico che ricomprerei, visto il profumo davvero buono. Non l'ho ancora provato, me lo conservo per l'estate :)
Happy hippy: una spremuta di pompelmo e agrumi, molto fresco e estivo, anche se dopo l'uso il profumo rimane più nell'ambiente che sulla pelle (cosa riscontrata in molti prodotti lush, apprezzabile secondo me). L'unico neo di questo prodotto è la bottiglietta di plastica dura che, con la consistenza già troppo densa del gel, rende estremamente difficoltoso l'utilizzo del prodotto: diluirlo diventa quasi obbligatorio :(

LUSH: Butterball, flutti di bosco e tre ciliegie sul comò


Butterball: (sfera bianca sulla destra) come in tutti i prodotti "frizzanti", l'odore più forte è quello dell'aspirina, per intenderci, anche se devo dire che il profumo di burro e vaniglia in questa ballistica esce fuori ed è molto molto buono, per niente STRANO, uno dei migliori finora sentiti tra i prodotti Lush. E' tra le ballistiche piccoline, e lo metterei sotto la voce: cose inutili per coccolarsi... ma molto piacevoli! Penso che tolto lo sfizio, non la ricomprerò...
Flutti di bosco: (girella sulla sinistra) Spumante da bagno, molto grande, dovrebbe concedermi almeno 3 o 4 bagni. Il profumo è di caramella, dovrebbe fare molta schiuma, ma purtroppo questo non l'ho ancora provato...
Tre ciliegie sul comò: (triangolino rosa in basso) Coccola da bagno, è un olio solido da sciogliere sotto il getto d'acqua calda, è l'unico che ho provato: niente schiuma, aspetto dell'acqua così così, ma sensazione scivolosa addosso che ho trovato molto piacevole, odore di mandorla e ciliegia, bella idratazione. Mi è piaciuto, ma solito sfizio inutile da togliersi poche volte nella vita.

La mia collezione Lush

Tappa quasi obbligata del tam tam cosmetico online è Lush.
Non avendo (più) una bottega Lush nella mia città, ho sperimentato questo marchio facendo ben 2 ordini online... ma credo fossero anche gli ultimi.
Vi spiego subito perchè.
Quando mi sono fatta sedurre dalle recensioni non dico entusiastiche, ma proprio da dipendenza psicologica per Lush, ed ho fatto il primo ordine, ancora non avevo approfondito a dovere l'argomento.
Ovvero che: Lush è probabilmente più naturale di molti prodotti da supermercato, ma, INCI alla mano, si perde un pò per strada rispetto a quello che dichiara.
Sono contenta di essermi tolta alcuni sfizi, però è proprio vero che gli unici prodotti davvero validi (per me e tra quelli che ho provato) che fa la Lush sono replicabili a casa con poco impegno e, soprattutto, ad un costo parecchio inferiore.
Il secondo ordine, infatti, l'ho fatto esclusivamente per sfruttare il mega credito accumulato col primo.
Detto questo, passiamo ai miei prodotti Lush.

Butterball, flutti di bosco e tre ciliegie sul comò
Mediterraneo e Happy hippy
Dream cream
Questione di peeling e magia nera
Labbrao meravigliao
Scioglimi e ti spezio in due (oli da massaggio solidi)
Il Signore dei granelli, nonsimangia e ipanema (saponi)