martedì 28 dicembre 2010

Regali di Natale cosmetici

Post sintetico per mostrarvi cosa mi ha portato Giugiù Bambino :)
Iniziamo coi regali di mio marito: profumo e palette, entrambi suggeriti, ma per mio volere, non avrei rischiato spendesse tanti soldi in cose che potenzialmente non mi sarebbero piaciute...


Dopo tanti anni, ho finalmente ho trovato un profumo che mi ricorda tantissimo Byblos Cielo, ovvero IL profumo della mia giovinezza... ma quanto mi sento vecchia a dire "giovinezza" :)
Si si, avete capito, il dupe di Angel di Thierry Mugler (che allora spopolava e che avevano tutte), ma che io preferivo all'originale, oltre che per ovvie questioni di prezzo, anche perchè meno nauseante.
E il n.10 di D&G Anthology mi piace proprio perchè le note di base sono fondamentalmente le stesse, un naso medio non distinguerebbe la differenza, ma anche questo non è nauseante come solo Angel sa essere.
Insomma, è abbastanza somigliante da soddisfare la mia vena nostalgica, ma sufficientemente diverso e nuovo da non rischiare l'effetto "revival" tutti i giorni...
Too Faced - Natural eye palette

Questa palette è davvero un passepartout: 9 ombretti neutri, la prima fila dall'alto completamente matte, la seconda shimmer e la terza glitterata. Iper pigmentati. Confezione molto accattivante, anche se temo non troppo "sicura", non la metterei in borsetta se non dentro la scatola.
Carina anche l'idea dei cartoncini per proporre una combinazione da giorno, una classica e una fashion, obbiettivamente, se non si fa parte di questo tunnel, gli spunti proposti sono una buona base di partenza.
Unica pecca è che, secondo me, vista la quantità di ombretti, nel cassettino potevano sprecarsi a mettere almeno un altro pennellino... appena posso, cerco di fotografarvi degli swatch!

Najtu - Crema Corpo Cannella e Ylang
Regalo di un'amica, questa crema corpo ha davvero un buon profumo che, nonostante i due ingredienti facciano supporre molto dolce, rimane abbastanza fresco sulla pelle... non me l'aspettavo! Si assorbe benissimo, ma purtroppo l'INCI non mi pare un granchè, anche se devo ancora fare un'analisi approfondita.
Presumo quindi di usarla una volta ogni tanto alternandola a prodotti ben più naturali nella mia routine corpo.
Peccato! Ma non sono talebana, quindi la userò comunque tutta...

Finito!
Di non cosmetico ho ricevuto una bella tovaglia natalizia (tengo casa, amiche mie!) e un plaid... che per una come me che non riesce a rilassarsi DAVVERO sul divano senza la propria copertina di Linus, è un regalo azzeccatissimo!
Se poi vedeste com'era quello usato finora... capireste anche che l'evoluzione stilistica era piuttosto facile...
E voi? Che avete ricevuto?
Su, surcrassatemi...

giovedì 23 dicembre 2010

Vademecum per beauty youtuber

Questo post è il frutto di alcune riflessioni di una spettatrice assidua da oltre 1anno, non deve essere visto come una critica verso nessuno, ma anzi, uno spunto di riflessione e un aiuto per chi volesse "curare" i rapporti con noi "pubblico" :)
Detto questo, la cosa più bella della rete è LA LIBERTA' DI FARE QUELLO CHE PARE E PIACE, valido per chi fa i video e per chi li guarda.
Insomma, ognuno faccia l'uso che più gli aggrada di queste regolette, che sia chiaro e pacifico per tutti.

Questi sono i primi punti che mi sono venuti in mente, e credo anche piuttosto fondamentali, ma è assolutamente un elenco in divenire A CUI POTETE CONTRIBUIRE (ovviamente indicherò sempre l'autrice del punto suggerito).
Io questi li trovo abbastanza importanti, ma è anche vero che alcune delle mie preferite non eccellono proprio in tutti i punti menzionati, diciamo che se volete, potete sorvolare su uno o due punti... a patto che raggiungiate l'eccellenza nei restanti... sappiamo perdonare :)
  1. lo so che la tentazione di mostrare prodotti con la manina dietro è forte, ma prima di mettervi a fare video, specie se volete mostrare prodotti di makeup, please... assicuratevi di avere un compromesso accettabile di qualità video + audio + luce. Se ve ne fregate e poi qualcuna ve lo fa notare, non offendetevi perlomeno!
  2. evitate di ripetere gli stessi concetti o parole: "veramente", specie se doppio, vince il premio "terminologia abusata" dell'anno, ma anche quando un prodotto vi piace, cercate di non ripetere due milioni di volte che è bellissimo, ce lo "straconsigliate", ma piuttosto focalizzate sul PERCHE' vi piace... che sarebbe quello che può interessare a noi :)
  3. se proprio non riuscite ad evitare l'errore del punto 2, beh: IMPARATE A TAGLIARE I VIDEO, ve lo chiediamo per favore! Potete essere simpatiche e noi affezionate quanto volete, ma dopo il milionesimo video di "dischi incantati", per non parlare di silenzi infiniti nella ricerca della salvietta per pulirvi la mano, piuttosto che la ricerca del prodotto di cui ci volevate parlare (cavolo, almeno quelli tirateli fuori prima!)... diventiamo irritabili :) Avete 3 opzioni: prepararvi il video con anticipo x limitare le modifiche in fase di editing, oppure girarlo in libertà, a patto di aggiustarlo coi tagli, oppure fare entrambe le cose, per puntare all'eccellenza :)
  4. Integrate le eventuali carenze del video (es. nomi di prodotti, riferimenti ad altri video, ecc.) con le info nel box informazioni o le famose nuvolette... e non dimenticate di metterle dopo che nel video avete fatto il sorriso durban's "... questa cosa la potete vedere QUI" con tanto di ditino puntato nell'aria.... e non compare NULLA!!! che frustrazione ci fate venire :D
  5. gli unici video in cui potete sorvolare sui tutti i punti precedenti, sono quelli di chiacchiere, cosmetiche e non: cercate nei limiti del possibile, di tenere separati questi contenuti da vere e proprie recensioni/haul o tutorial, e indicate per sommi capi quello di cui parlate nell'info box.
  6. fate una mini (10sec) prova di registrazione per verificare che la combinazione videocamera+luce del giorno funzioni: se è sera e la luce artificiale che usate rende inutile qualsiasi avvicinamento alla videocamera, piuttosto che l'impostazione del giorno non mette a fuoco manco con la benzina, beh... risparmiatevi voi la fatica e a noi la frustrazione di non vederci una cippa :) Lo so che la luce è un grosso problema (caspita, se lo so!), ma potete decidere di parlare dei prodotti mostrando giusto la confezione e delegando il dettaglio dei colori e consistenze a delle foto fatte in 5 minuti la mattina prima di uscire, se proprio non trovate 5min di luce naturale... e che aggiungerete al video in fase di editing :)
  7. in riferimento a questo post de "Le Esose": se siete italiane, evitate di lasciarvi troppo andare con grammatica e sintassi... o dialetti/inglese! Ci piacciono gli accenti locali e le parole straniere/dialettali, purché vi ricordiate che vi guardiamo da tutto il mondo e li sappiate tradurre :) qualche errore lo perdoniamo a tutte, ci mancherebbe, ma non esagerate!
  8. se inserite testo, animato e non, nei video assicuratevi che lo si riesca a leggere senza per forza cliccare su pausa :)
  9. su suggerimento di Silvia e Marguerite: se tendete a riempire gli spazi tra una parola e l'altra con intercalari come "eeehm", "eeeee" o "mmmm", cercate di ridurli ad un livello accettabile, insomma, come dicevo nei commenti, non vogliamo robot, ma quando superano il numero delle parole "vere", i vostri video non sono più piacevoli da ascoltare;
  10. su suggerimento di Daniela: quando avvicinate un prodotto alla camera per la messa a fuoco, potete anche risparmiarvi di accompagnare l'operazione con "Si vede? E ora? E così? Lo vedete?", sia perchè è un video registrato che noi vediamo dopo e non ha senso, sia perchè, se la camera dovesse fare le bizze e metterci più del dovuto, senza "audio" sotto vi crea meno problemi tagliare i minuti di immagini sfocate;
  11. se la vostra videocamera ha quel simpatico effetto (di cui non mi viene il nome) che segue le oscillazioni del vostro viso, sarebbe auspicabile impariate quanto prima a disabilitarlo.
    Perché ve lo dico: non soffrendo il mal di mare, non intendo iniziare ad assumere Xamamina per guardare video tutorial :)
Che ne pensate? Troppo cattiva? Dai su, so che questo mio post vi stuzzica parecchio... aspetto i vostri suggerimenti!

domenica 19 dicembre 2010

Che fine ho fatto???

Rispondo con un post alla domanda di Mary in oggetto, così chiarisco a tutte la mia quasi totale assenza dalla "cricca": sono un pò incasinata!

PREMESSA IMPORTANTE: vi racconto un pò la mia vita, ma non per lamentarmene, lungi da me, so benissimo che siamo in tante a fare le funambole, anzi, io non lo sono poi tanto, ma mi sembrava il minimo darvi qualche spiegazione in più della mia quasi totale assenza degli ultimi tempi...

Mio marito ha ripreso a lavorare (ricordate le vacche magre? Bè, per un pò siamo andati avanti col solo mio stipendio) ma siccome aveva iniziato degli altri lavoretti in proprio, ora si ritrova a gestirli assieme, quindi chi lo vede è fortunato :( tradotto: casa usata/incasinata/sporcata da 2  che mi devo gestire io tra weekend e avanzi di giornata... vi ho mai raccontato la mia giornata?
Sveglia tra le 6.30 e le 7, esco di casa intorno alle 8 (ho l'orario flessibile dalle 8 alle 9), pausa pranzo di 45min sempre a FREDDO davanti al pc, uscita intorno alle 17/18 (in base all'ora d'arrivo). Non mi lamento del mio lavoro, in linea di massima l'unica cosa davvero pesante è la sedentarietà, che dopo 10anni mi ha regalato una bella rigidità cervicale che comincia a darmi noia, sto andando da un ortopedico proprio per questo... ma a parte questo è un lavoro "tranquillo", affatto stressante e con molta libertà, mi ritengo molto molto fortunata :)
Detto questo, per quanto sia un lavoro cerebrale e non fisico, quando torno a casa dopo circa 9h continuate, non è che arrivo a casa mollata la mattina coi letti sfatti e le tazze della colazione sul tavolo e attaccho a fare chissà che, soprattutto d'inverno. Quello che riesco a fare in quelle 2 orette prima di cena è: riordinata generale, caricamento/scaricamento lavastoviglie/lavatrici e cena + pranzo per l'indomani. Stop.
Capite bene che arrivato il weekend, casa mia fa pena. Mezza giornata bella piena per pulire tutto è assolutamente indispendabile. Poi c'è la spesa e già 1 dei miei 2gg liberi se ne va così.
Nel giorno rimasto si accumulano tutti i miei desideri di: passare "tempo di qualità" con mio marito, vedere almeno mia madre quasi 80enne che vive sola 1 volta a settimana, vedere la mia famiglia numerosissima, frequentare amici, uscire all'aria aperta!!!! :D
Questo in condizioni normali, immaginatevi sotto Natale in cosa si trasforma.
Aggiungeteci la ciliegina che mia sorella sta per partorire in anticipo di 1mese a causa di un innalzamento di pressione, per cui da venerdì è ricoverata e probabilmente si farà TUTTE le feste in ospedale... ovviamente andrò a trovarla tutte le volte che posso...
Tra l'altro non voglio prendere ferie per conservarmele quando nasce mio nipotino e distribuirmele in modo da supportare mia sorella, ma non so se ce la farò :(

Se in questo quadro ci mettete la poca ispirazione... ciao blog!
Ma leggo sempre voi, guardo video e, ogni tanto, commento... chissà, magari se a Natale arriva qualcosa di interessante, mi sblocco :)

Grazie a tutte quelle che hanno avuto la pazienza di leggermi e anche a quelle che non ce l'hanno avuta... vi capisco!!!

Baci
Giò

domenica 5 dicembre 2010

Comparazione fondotinta minerali

Posso dirlo? MAI PIU' !!!
E' stato un lavorone che mi ha portato via oltre 2 ore e, francamente, il risultato non lo trovo affatto soddisfacente :(
Eppure ho deciso di farlo proprio perchè c'erano le condizioni ottimali di luce, fresca di sonno, avevo tempo e voglia, ma forse mi devo rassegnare che con la mia macchinetta, CHE NON E' UNA REFLEX, questo è il massimo che posso ottenere... Perdonatemi!
Allora, in questo post non vi parlerò di come ordinare i campioncini che ho comparato, delle case di produzione, dei formati, dei prezzi, ecc. ma usiamo la mia tecnica "gobba" già usata per Kiko:
se siete interessate a questo genere di dettagli, chiedetemi pure, ho sempre risposto e sempre risponderò a qualsiasi domanda :)

Intro: da più di 6mesi, dopo un'esperienza per niente soddisfacente con i fondi BareMinerals, sto usando il fondo minerale NeveMakeup nella tonalità Light Neutral. Definivo soddisfacente questo fondo perchè pensavo che i fondi minerali non potessero essere più coprenti e resistenti di così e, pur avendo molte imperfezioni (pori "divaricati", macchie cutanee, cicatrici post acne, ecc.) non sono mai stata paranoica ne perfezionista, mi andava bene così, sapendo che la pelle ci guadagnava in salute rispetto ai fondi fluidi...

Un bel giorno scopro che la mia convinzione era obsoleta, ovvero che le nuove generazioni di fondi minerali sono migliorate e, quindi, più coprenti e resistenti, ferma restando la bontà degli ingredienti...
Ho quindi ordinato i campioncini di Elemental Beauty e Buff'd, li ho testati per oltre 2 settimane, e queste sono le mie considerazioni in merito.
Di seguito la "tavola" di ciò che ho ordinato e testato:

 
In alto al centro il fondo NeveMakeup che usavo prima

Primissima considerazione su entrambi i fondi ordinati: sia ElementalBeauty che Buff'd sono decisamente più coprenti, ma ancora non a livelli di un buon fondo fluido coprente.
Li ho testati TUTTI con applicazione tradizionale asciutta su viso deterso e idratato con una buona crema idrantante per pelli miste.

Grande scoperta
Magari voi lo sapevate da una vita, ed è piuttosto logico, ma io ho dovuto vederlo sulla mia faccia: la scelta del colore del fondo deve tener conto della coprenza, perchè un fondo più coprente fa uno strato più evidente, quindi, a parità di colore con uno poco coprente, l'effetto può risultare estremamente diverso!

Io l'ho visto soprattutto con il Neutral Light e il Beige Light della Buff'd, tutti troppo chiari per la mia pelle, mentre l'unico che comincia ad andarmi bene è il Warm Light.
Eppure il Neutral Light di NeveMakeup mi andava bene, ma solo perchè facendo meno strato, si "mischiava" meglio al mio colore naturale...

Ma veniamo al lavorone appena fatto:



Innanzitutto vi presento i miei pori "divaricati", perchè dilatati sarebbe un eufemismo... salutate ragazzi, da bravi!
Purtroppo io in queste foto non mi ritrovo con quello che osservo ad occhio nudo: paradossalmente vedo discretamente coprente il fondi Neve, che vi posso giurare sulla mia lista di GiugiùBambino non esserlo affatto rispetto agli altri!
Quindi temo di aver fatto questo lavorone per nulla... vabbè, ormai è fatto :(

In conclusione: lasciando stare queste foto, nella realtà i fondi Buff'd sono poco più coprenti dei fondi ElementalBeauty, ma tendono a lasciare un aspetto leggermente più polveroso, che nel mio caso è da evitare perchè mi evidenzia esponenzialmente i pori.
Quindi mi sento di consigliare, a chi ha la pelle disgraziata come la mia, i fondi ElementalBeauty, anche perchè hanno una miglior tenuta a lungo termine...

UPDATE: con l'applicazione bagnata, ossia spruzzando il kabuki di fix+, la polverosità dei Buff'd migliora molto, ma il risultato finale lo trovo meno naturale del fondo ElementalBeauty.
Stiamo parlando di piccole differenze, forse soggettive, magari per altre la coprenza in più val bene la candela, i Buff'd sono comunque dei fondi minerali buoni, coprenti e mediamente resistenti.
Io, tirando le somme, per la mia pelle e le mie esigenze, preferisco quelli ElementalBeauty... e infatti mi ordino la full size di Sunshine (grazie anche ai vostri consigli), che non stavo calcolando, ma essendo su base più gialla, mi corregge meglio l'effetto grigio di fine giornata, rispetto al Barely che è su base neutra...

Ora sono sfinita, se mi viene in mente altro da dirvi aggiungo degli update a questo post, che ne dite?
Vado a prendermi un bel caffè :)
Ciaoooo

venerdì 3 dicembre 2010

Giugiù Bambino, se proprio t'avanzano...

... e non sai che farne... io un uso glielo troverei :)

Prodotti cosmetici AlVerde
Questi li trovi in Germania, Slovenia, Austria, insomma, in tutti i DM... oltre il confine italiano :)

Cargo Reverse Lip liner
Così, se dovesse fallire il tentativo di definire questa bocca che mi ritrovo, almeno la uso nella rima interna, visto che pare essere una delle poche in circolazione DAVVERO destinata al doppio uso e che scrive...

Lush - Stella dei desideri
Per affogare il freddo inverno in tanti spumosi e profumati bagni caldi a lume di candela, Norah Jones in sottofondo... e un marito addormentato nella vasca :D

Praise Cognac Brown Crinkle Faux Leather Boot
Questi mi servono davvero! Tacco giusto, ammucchiati come piacciono a me e perfettamente abbinabili alla mia borsa H&M... questi sono addirittura in finta pelle e, quindi, vegani, oltre a costare $56! Ovviamente trovarli qui da noi sarà un'impresa...

To be continued...


mercoledì 1 dicembre 2010

Deformazione da beauty blogger... o qualcuno ha toppato?

Ho aspettato che qualche anima pia mettesse questo spot su YT, in modo da potervelo includere nel post, ma sono settimane che muoio dalla voglia di chiedervi:



MA SECONDO VOI IL COLORE DEL FONDOTINTA E' AZZECCATO?

Io noto un evidente problema sia di intensità che sottotono... ma mi rimetto ai vostri giudizi, a seconda dei quali mi aspetta o l'oculista o lo psicologo... sentiamo, su, esprimetevi!

venerdì 26 novembre 2010

Giovanna è in stand-by...

... perchè ogni tanto mi devo disintossicare :)
Ebbene si, nonostante "una come noi" non potrà mai uscire davvero e completamente dal tunnel, ogni tanto a me vengono dei periodi di rifiuto, in cui ho bisogno di staccare rispetto a certi argomenti, specie se nel periodo precedente ho tenuti ritmi serrati...
Quindi in questi ultimi giorni mi sento poco ispirata nel scrivervi recensioni e altro, nonostante stia sempre usando i miei prodotti e, quindi, lavorando per voi :)
Sto testando da un paio di giorni i fondi Buff'd, la crema viso della Bioearth presa su DallaNatura, insomma... tante cose!
Ma piuttosto che scrivervi recensioni poco motivate, preferisco aspettare che questa fase passi, ne faccio una questione di rispetto nei vostri confronti.
Nel mentre posso raccontarvi un paio di cose "easy" che mi stanno entusiasmando in questi ultimi tempi...

I Pancakes di Lucie

Giovanna's pancakes

Da quando ho visto questo video della nostra Lucie/TheNorstar40 e, soprattutto, da quando l'ho messo in pratica... i miei 2 neuroni sono completamente assorbiti da questi argomenti:
  • Dove trovo lo sciroppo d'acero? 
  • Devo provarli per la mia amica intollerante al lattosio, DEVE goderne pure lei! 
  • Faccio una serata pancakes, tutti li devono conoscere... 
  • Ehi tu! Sai che ho fatto i pancakes? Sono facilissimi, velocissimi, divertenti e troooooppo bbbbuoni!
Premetto che a me piace abbastanza cucinare e soprattutto sono una che, pur avendo viaggiato poco, "viaggia col palato", nel senso che parte fondamentale del mio viaggio è sperimentare i piatti locali, cosa da non dare tanto per scontato... molti nostri connazionali cercano pizza e pasta ovunque, per poi commentare che "fa schifo"... vergogna!
Questo video e la sua serie meravigliosa sui preparativi del Thanksgiving Day sono uno spettacolo, mi sembra di aver fatto un viaggio a scrocco, il minimo che potevo fare era condividere questo trip con voi... mentale, più che altro :D
Ieri ho comprato pure il Maple Syrup (sciroppo d'acero), così domani sveglierò mio marito come un vero cowboy ;)

Il beauty del nipotino


 
    Questo è il risultato di lunghe ricerche sui prodotti migliori per il bagnetto e la pulizia dei pupattoli.
Come vedete sono quasi tutti prodotti della Bio bio Baby di Pilogen Carezza, che oltre ad essere ottimi dal punto di vista della formulazione, si trovano negli Auchan ed hanno un ottimo prezzo. 
Manca giusto il talco liquido della linea bimbi della Helan, ho già battuto la metà delle erboristerie che trattano il marchio nella mia città, mi sto quasi rassegnando a ripiegare online o prenderne uno della linea bimbi Seres...  vediamo!

Portate pazienza, giovincelle, c'ho le pile scariche e non ho la batteria al litio :D
(La comicità della battuta vi fa capire a che punto sto...)

martedì 23 novembre 2010

OT: Perché mentre noi ci imbellettiamo, qualcuno ne approfitta... III

Plin plon!
Se ieri non foste state tra i 10milioni di italiani che ha seguito la trasmissione, eccovi questo splendido passaggio su noi donne...
Chi mi segue ormai saprà che questo è un argomento che mi sta molto a cuore :)

martedì 16 novembre 2010

Ecor: detergente intimo alla calendula

Riesco finalmente a parlarvi di quest'altro prodotto della Ecor che ho provato, oltre allo shampoo.
L'ho preso senza alcuna opinione in merito, ma sulla fiducia riposta dopo aver provato lo shampoo ed aver visto quanto fosse ben formulato, anche a detta di Lola sul forum omonimo.
Ed ho fatto benissimo!
Potrei scrivervi qui i dettagli... ma siccome sono riuscita nella mitica impresa di inserire il suo INCI nel forum di Lola proprio per chiedere un'opinione direttamente alla grande capa, è con moltissimo orgoglio che vi metto direttamente il link della recensione/discussione relativa dove potete trovare tutti i dettagli (formato, prezzo, ecc.) oltre alla mia opinione ed esperienza :)

Ecor - Body care - Detergente intimo alla calendula su "L'angolo di Lola"

Quello che posso aggiungere è che trovare un detergente intimo DAVVERO buono è impresa molto ardua, anche perchè è un argomento su cui si tende a dare molto ascolto alla pubblicità e/o ai ginecologi che, pur essendo dei professionisti, spesso non sono molto attenti agli ingredienti.
E anche quando ci stanno attenti, finiscono per indirizzare verso costosissimi prodotti da farmacia tipo il Candinet Liquido che costa quasi 6 volte tanto!
Sapevate, ad esempio, che molti detergenti intimi, anche i più rinomati, contengono triclosan? Che è un ingrediente molto aggressivo e, tra l'altro, assolutamente sconsigliato in gravidanza?
Non continuo con le domande, non voglio fare terrorismo, ma solo insinuarvi un sano dubbio sull'argomento che vi porti a informarvi meglio... tutto qui :)

Comunque io sono changing sul forum di Lola, se non si fosse capito ;)

lunedì 15 novembre 2010

Anticipazioni fondi minerali

Post "volante" per accennarvi che sono in fase di test di altri fondi minerali, nonostante mi trovassi abbastanza bene con quello NeveMakeup.
Ho già ricevuto i campioncini della Elemental Beauty ed ho ordinato quelli della Buff'd.
Vi anticipo solo che, mai come in questo caso, sono contenta di non essermi accontentata, perchè il fondo della Elemental Beauty mi piace moooooolto più di quello NeveMakeup, perchè è molto più coprente e resistente!
Ed io che mi ero rassegnata a sacrificare la mia faccia "macchiata e buterata" sull'altare dell'ecobio e della salute della pelle: coprenza + minerale E' UNA REALTA' !!!
Il fondo che ho provato è della tipologia Flawless, ma sino ad una settimana fa si poteva scegliere fra questa e le altre 2 precedenti (una per pelli problematiche con allantoina, una per pelli normali), ma siccome questa terza tipologia SUBLIMA le altre 2, hanno deciso di produrre e distribuire solo questa :)
Non vi faccio la sviolinata sulla comodità dei campioncini, che durano molto più del tempo che vi serve per capire se vi piace il prodotto, nè del campioncino omaggio Bright Eyes, ne dei tempi di spedizione fulminei... già l'avrete letto in mille altri posti...

Ora, se già sono così soddisfatta, quando arriveranno i campioni Buff'd, che pare essere anche migliore della Elemental Beauty quanto a coprenza e durata... potrei non gongolare così tanto?
Vi aggiorno!

Ecco, l'unico problema è che ho appena iniziato la confezione nuova del fondo NeveMakeup, che mi durerà mesi, perchè ho fatto scorta??? Uffa....

lunedì 8 novembre 2010

I'm a Recessionista Chic

 Ecco il mio contributo a questo tag davvero intelligente, ringrazio Marguerite N. di Make Up your mind, Girl! per avermelo fatto conoscere e, di riflesso, Anjeza di Dolls' Factory che l'ha inventato e fatto conoscere a lei...
Spero di essere all'altezza delle due "signore" blogger citate (inteso come autorevoli, eh!) e mi permetto solo di aggiungere una intro per focalizzare sul target che secondo me contraddistingue la mia soluzione...
Cominciamo!

Per chi:
pelle mista/grassa, occhiaie leggere, ma macchie e discromie; che preferisce occhi più intensi delle labbra.

La scelta del correttore 3in1 risolve macchie e discromie di diverso colore, anche se non ha una coprenza eccelsa, per questo ho specificato occhiaie poco evidenti.
Io, con una buona crema idrantante sotto, mi sto ancora inaspettatamente trovando bene con fondo minerale anzichè fluido, nonostante l'arrivo del freddo... Ricordatevi che per avere un risultato più coprente, basta inumidire il pennello e aggiungere ulteriori passate fino al livello di coprenza che si cerca... Con questa soluzione io non ho bisogno di cipria, ma solo appena di blush rosa pesca effetto sano :)
Il trucco occhi da giorno è molto portabile e, temo, molto simile alle soluzioni proposte dalle altre ragazze: palpebra rosa cipria e piega marrone, entrambi matt.
Per le mie 8ore di ufficio, il gloss è la soluzione labbra più gestibile, giusto un tocco di colore malva appena percettibile.
Per la sera ho puntato tutto su uno smoky marrone tortora "sobriamente" glitterato: facilissimo da fare anche con un solo pennello, da sfumare anche con le dita, tanto più è disordinato, più e rock!
Un velo di illuminante sugli zigomi e un rossetto rosa nude lucido.
Sono molto felice di esser riuscita a far rientrare nella spesa anche i 2 pennelli, pur se non i migliori, ma essenziali per fondo e blush.
Spero vi piaccia, ecco i prodotti e prezzi per un totale di € 48.07 (il prezzo di alcuni prodotti è in saldo)

VISO
Correttore 3in1 Essence Forget it! € 2.99
Fondotinta minerale Neve Makeup in "Light Neutral" € 13.90
Blush Essence Silky touch in "babydoll" € 2.99
Illuminante ELF Healthy glow Bronzing Powder in "Luminance" € 1.70

OCCHI
Ombretto Kiko duo matt  201 "Rosa cipria/Cioccolato" € 6.90 4.90
Mascara Essence multi action nero € 2.79
Ombretto cotto Kiko coloursphere 21  "Marrone Tortora" € 5.90 3.90

LABBRA
Gloss Hypershine di ELF in "Mauve"  € 1.70
Rossetto Kiko Sunproof Stylo SPF15 02 "sheer nude" € 7.50 5.20

PENNELLI
Pennello fondo minerale/ blush ELF Studio Powder brush € 4.00
Pennello occhi ELF Studio C brush € 4.00

Bai evriuàn!
Giò

domenica 7 novembre 2010

Kiko cuticle trimmer

Lo sapevo che prima o poi mi sarebbe capitato qualcosa troppo difficile da spiegare a parole o con foto: la richista di Daniela Gì di Shopping and Reviews di vedere il cuticle trimmer di Kiko (presente in questa collezione) all'opera mi ha messa in questa "crisi"!
Così c'è scappato il primo e, spero, ultimo video: non ho la minima intenzione di farne altri!
Buona visione...



P.S.
Certo che anche io potevo scegliere un argomento in cui essere meno impedita... ma l'ho fatto per scoraggiare qualsiasi eventuale richiesta di ulteriori video! (seh! oh convinta, ma chi ti ca*a!)

sabato 6 novembre 2010

Pennellame: pennello a goccia Madina e Eyebuki Neve Makeup


 Ogni promessa è debito!
Quindi eccomi qua a presentarvi i 2 pennelli che, all'interno della mia collezione, mi permettono di lavorare di precisione sulla palpebra.
Ovviamente il re in tal senso sarebbe il pencil brush 219 di MAC, che so essere uno dei migliori e per cui in giro si trovano pochi dupes validi.
Ma visto che anche questi 2 godono di una certa fama, costando meno della metà, valeva la pena provarli.
Vi anticipo subito che, per me e per la mia palpebra "molle", nel confronto stravince il pennello a goccia di Madina.
Ma veniamo a descrizioni più precise di entrambi:

  • l'Eyebuki di Neve Makeup: ha le setole davvero rigide, ma la sensazione al tatto di velluto, quindi nell'applicare l'ombretto non si allarga, aiutando la precisione del tratto... ma se non si ha la pelle della palpebra bella tonica (e la piega dell'occhio è il punto meno tonico) queste setole, se si applica un pelo di pressione in più, spingono la pelle invece che strisciarci sopra rilasciando l'ombretto.
    Aggiungo che le setole sintetiche (da asciutte) raccolgono poco prodotto, quindi, nella pratica, mi ritrovo a disegnare la famosa V con la tecnica del timbrino.
    Risulta molto più utile per sfumare la matita/eyeliner lungo le ciglia, un pò come il 14 di Sephora, ma la sezione tonda permette di raggiungere punti più difficili.
    Setole: sintetiche
    Prezzo: 6,90€
  • pennello a goccia n° 8 Madina: setole fitte e lunghe, a vederlo sembra la versione piccola del blending di Sephora ma, zitto zitto, si acchiappa un ruolo tutto suo che credo conquisterebbe chiunque: precisione quasi da pencil brush (che conosco perchè un'amica me l'ha fatto vedere all'opera), ma con uno zic di pressione in più, sfuma molto bene il tratto appena steso, in modo meno espanso di un blending tradizionale! In pratica fa cose che solo lui sa fare! Le setole naturali, poi, raccolgono il giusto quantitativo di prodotto. Aggiungo solo che non mi ha mai perso un pelo!
    Setole: naturali
    Prezzo: 13,90€

Concludendo, posso dirvi che, nella pratica, da quando ho il pennello a goccia Madina, l'eyebuki me lo dimentico proprio, anche perchè uso molto di più gli ombretti che le matite, unico caso in cui trovo quest'ultimo molto valido.
Ma vi prego di tener presente la soggettività delle mie recensioni, insomma... a voi l'ardua sentenza ;)

Buon weekend a tutte!
Giò

mercoledì 3 novembre 2010

My beauty routine: corpo

Ecco la seconda puntata di questa avvincente (seh, come no...) serie di post che terminerà col terzo e ultimo episodio sui trattamenti viso e corpo del weekend/mese/periodo di tempo diverso dal quotidiano :)


SOTTO LA DOCCIA:
  1. capelli: shampoo ecobio Ecor di cui vi ho parlato qui;
  2. corpo: da quando ho finito questi doccia schiuma Auchan ecobio, sto usando con immensa soddisfazione il Sapone Corpo all'Olio di Mandorle Dolci dei Provenzali (v. foto) che Dony/Cipria di Luna ha recensito splendidamente qui (metto il link perchè non potrei agggiungere altro a quanto detto da lei);
FUORI DALLA DOCCIA:
  1. deodorazione: deodorante minerale Forsan che LaDamaBianca ha recensito qui, con cui mi trovo benissimo in questa stagione, anche se temo d'estate l'efficacia crolli molto prima... poi, nel mio percorso ecobio, è una soluzione temporanea prima di spignattarmi il deodorante al bicarbonato (ricetta semplice semplice di Vi, bastano anche solo un paio di OE) che dovrebbe essere il più sano di tutti, da quel poco che ho capito;
  2. idratazione: e qui devo assolutamente presentarvi questi 2 prodotti che mi sono fatta regalare al compleanno da mia sorella e che mi stanno dando troppa soddisfazione!
    Non avendo una pelle dichiaratamente secca, anzi, anche per il corpo ho fatto fatica a trovare prodotti che mi idratassero/nutrissero senza lasciarmi sensazioni troppo appiccicose o unte. L'olio di mandorle me lo concedevo solo d'inverno e ho comunque dovuto trovare la dose giusta e abituarmi, perchè all'inizio la sensazione di unto mi disturbava molto, oltre a doverlo spalmare a lungo per farlo assorbire bene.
    Poi ho provato diverse volte ad usare il gel d'aloe, soprattutto d'estate... ma da solo, sarà che ho superato i 30 da un pezzo, non mi dava l'idratazione giusta.
    Finalmente ho trovato una formula che mi appaga completamente: metto una nocina di gel d'aloe nel palmo della mano, ci metto un pò d'olio (tipo una decina di gocce) e poi emulsiono tra le mani: a quel punto ho tra le mani il giusto mix idratante, nutriente, ma fresco e di facile assorbimento. Diciamo che con quel mix ci faccio 1 gamba, quindi ripeto l'operazione altre 3 volte (altra gamba, busto e braccia) et voilà! Tutti i vantaggi dei 2 prodotti e nessun fastidio :)
    Nello specifico, i prodotti che sto usando sono:


  • Planter's Gel Aloe vera Bio Certificato biologico: quasi inodore, è abbastanza "gelloso" da essere pratico nell'applicazione, per il resto potete leggere maggiori dettagli qui;
  • Ardes Olio ricco di Mandorle: questo è il mio olio corpo preferito da molti anni (questa è la quarta confezione che uso) perchè, come dice la confezione, è impreziosito con oli di avocado, rosa mosqueta, jojoba, macadamia, burro di karitè, borragine, vinaccioli e oliva... e, oltre che puro, lo fanno con tante profumazioni una più bella dell'altra, anche se la mia preferita è questa qui al Tea D'Africa. Aggiungo solo che Lola ne ha fatto una recensione molto positiva e che l'unica nota negativa era sui conservanti BHT e BHA che la Ardes ha prontamente sostituito col tocoferolo suggerito da lei :) Questa volta mi sbilancio a consigliarvelo caldamente, è un olio davvero ottimo;

Ecco qui, finito! Poi asciugo i capelli e applico i prodotti viso, nient'altro!

Per quanto riguarda il gel d'aloe e l'olio corpo, essendo un regalo, non so l'importo esatto, ma sono sicura che entrambi costino intorno ai 10€, euro più euro meno...

A presto!
Giovà

domenica 31 ottobre 2010

Pennellame: Sephora & MAC occhi

Eccomi qua a esporvi l'evoluzione del mio parco pennelli dopo il mio primissimo acquisto di questi.
A quel punto lo step successivo era SFUMARE! Il blending di Kiko non mi attirava affatto, quindi mi restava Sephora: ho acquistato sia il n.13 rounded crease che, visto che c'ero, lo smudger n.14, molto utile per sfumare le matite.


  • il n° 13: l'unico (che io sappia ed abbia visto) pennello blending di Sephora, fa il suo lavoro, ma mi ha perso qualche peletto, nell'uso e nel lavaggio, ad ogni modo l'ho usato con soddisfazione...  fino a che ho provato il 217 MAC;
    Setole: naturali
    Prezzo: sicuramente tra 12 e 15€, ma non ricordo con precisione...
  •  il n° 14: ottimo pennello, oltre a sfumare la matita meglio di quanto facciano i gommini (se la matita non è di qualità eccelsa, asportano il prodotto invece che sfumarlo), è imbattibile per mettere l'ombretto sotto le ciglia inferiori e, in generale, per questi lavori di precisione;
    Setole
    : naturali
    Prezzo:12,50€
 Il pennello di cui vi parlo ora è arrivato dopo parecchio tempo rispetto al n° 13 di Sephora, ma l'ha spazzato via in un colpo solo: da quando ho questo, il n° 13 è stato meglio destinato all'applicazione del correttore (Pixiwoo style) e devo dire che continua imperterrito a perdermi qualche peletto... non so, probabile abbia beccato io il pennello sfigato, son cose che capitano...

  • il 217 di MAC, "IL" blending brush: quando l'ho visto, portato in regalo dalla mia amica di Roma che mi vuole bene e fa cose contro i suoi principi pur di farmi felice) mi sono addirittura sentita un pò in colpa che avesse speso tutti quei soldi per 1 pennello... poi l'ho usato e, da allora, la mia vita si divide in "Prima di aver avuto il 217" e "Dopo aver conosciuto il 217" :)
    Ha la forma, ma sopra ogni cosa, la giusta flessibilità delle setole: abbastanza rigide da "spostare" il prodotto in tempi rapidi, ma morbide da non irritare la plapebra.
    Sono consapevole sia un'opinione soggettiva, influenzata sia dai miei gusti ma, credetemi, dalla mia "fisiologia", diciamo :)
    Dopo aver visto ormai centinaia di tutorial, posso dirvi che sfumare un ombretto su una palpebra giovane o, cmq, con la pelle che si vede essere "tonica", piuttosto che in una come la mia in cui la pelle è sottilissima e, per parlarci chiaro, MOLLE, c'è un abisso: se io uso un pennello troppo rigido, la pelle segue le setole e ci metto anni a sfumare... se sono troppo flessibili e morbide, spostano poco prodotto e, anche in questo caso, ci metto una vita a sfumare!
    Col 217 ci metto un attimo, per me è il pennello perfetto!
    E non solo per me... se le sorelle Chapman hanno una batteria di 217 per ogni tutorial, qualcosa vorrà dire?!?
    Update: pare che un dupe piuttosto fedele del 217 sia il 29 di Sephora, come potete leggere in questo post... c'è giusto da chiedersi se questo pennello si trovi nei nostri Sephora, la prossima volta ci do un'occhiata, ma sono pessimista...
Fine episodio 2
(Nel prossimo episodio il 217 scopre di essere figlio illegittimo del 13 di Sephora, dramma di casta nella famiglia Blending... non mancate!)

venerdì 29 ottobre 2010

Sfogo alla Oviessence

Nonostante permangano le vacche magre (non vi dico come mi riducono la casa, santidddio!), ieri non ho resistito ed ho comprato un paio (alla sarda) di cosine all'Oviessence... (cit. 5kudelka85‬‎ )
Ma prima che mi accusiate, vorrei vedere voi arrivare nel reparto e trovare la commessa in piena fase riempimento stand! Sono o non sono coincidenze astrali uniche nella vita di noi del tunnel?!?
Le ho ronzato intorno per mezz'ora, tempestato le mie "adepte" di sms "Stand in ripristino. Stop. Cosa volete. Stop. Veloci. Stop." per sfruttare al massimo l'evento, ma purtroppo quelli che vivono fuori dal tunnel non hanno avuto la stessa delicatezza e la interrompevano continuamente con mille richieste di abbigliamento (taglie, colori, ecc.) quindi ho dovuto raccattare quello che potevo, consapevole che dentro quel suo scatolone ci fossero altri potenziali prodotti fantastici...

Riflessioneil fenomeno guru diventa davvero preoccupante... fa un certo effetto trovarsi davanti allo stand pieno e notare che gli unici "buchi" o ultimi pezzi sono i rossetti/ombretti/blush nominati il giorno prima da Donatella/TheMissRettore... sarà un caso? A me non è la prima volta che succede...

Ecco il bottino Essence:


(chiedo venia per gli swatches sfocati, mi do fastidio da sola)
  • Long lasting eye pencil nel colore 10 almost famous: scrive bene, ma non nella rima interna... è molto resistente, rosa pallido piuttosto shimmer;
  • Silky touch blush nel colore 20 babydoll: effetto satinato abbastanza sobrio (se se ne mette poco, direi impercettibile), con glitter davvero microscopici e, quindi, discreti, ha un colore che è davvero un buon compromesso tra un rosa barbie e un pesca;
  • Matt top coat: vado abbastanza sul sicuro, dopo le recensioni positive di Ely e Daniela, appena finisce il fermo biologico delle mie unghie (3mesi di nessun prodotto, solo corte e tanti nutrienti);
  • rossetto 40 look at me!: ammetto essere stato un ripiego del 44 recensito da Donatella/TheMissRettore, odore da sballo, bello idratante, sarebbe anche un colore che mi piace, ma un pò troppo dorato (dopo essermi sfregata il fazzoletto x un pò, labbra in fiamme... ma tutte glitterate!);
  • pennello blush: potevo farmelo sfuggire? un pennello da blush in più fa sempre comodo.
 E poi e poi e poi... visto che sto per ri-diventare zia... e già è stata dura arrivare fino ad oggi senza comprare nulla... mentre la commessa riempiva lo stand Essence... toh!

L'angolo pupattoli in cotone eco-bio?!?
Ora ditemi... si poteva umanamente passare oltre??? Boh... io non dico...


L'accapatoietto lo metterò nel cesto toeletta che, ovviamente, è un compito che spetta a me di diritto :D
Sto già comprando i prodotti per testarli su di me, da zia responsabile... (seh seh, credici, ogni scusa è buona per comprare e spalmarti roba addosso...)

Finito! Ve gusta?

mercoledì 27 ottobre 2010

My beauty routine: viso

Questo è un post che una beauty blogger non può esimersi dal fare, prima o poi... ed eccomi qui!
Premetto solo che sto cercando, da circa 6mesi a questa parte, di usare prodotti ecobio per detersione, idratazione di viso, corpo e capelli, mentre per il makeup, eccetto che per i fondotinta, sto usando prodotti/marche anche non ecobio (per ora cerco giusto di evitare chi testa sugli animali).
E' un processo di transizione, quindi capita che per poca reperibilità o cause di forza maggiore, si debba scendere a compromessi... però è molto meno faticoso e impegnativo di quanto si possa pensare e, ci tengo a sottolinare, ASSOLUTAMENTE PIU' ECONOMICO di quanto, purtroppo, molta gente dica in giro circa i prodotti ecobio.
Iniziamo!

VISO - Mattina
  1. Detersione con sapone naturale: il primo è stato quello al miele Fitocose, ma i saponi naturali sono il prodotto ecobio di sicuro più reperibile, per cui c'è parecchia scelta anche nella grande distribuzione. Per questo il nuovo che sto usando è proprio il sapone al burro di karitè de "I provenzali".
  2. Tonico:  lo applico con un dischetto di cotone e lo picchietto, in modo da bagnare la pelle, ma contemporaneamente rinfrescarla... nella speranza che mi chiuda un pò quelle voragini di pori che mi ritrovo :) Al momento mi trovo bene con quello alla viola Tricolor di Fitocose;
  3. Contorno occhi: il mio tallone d'achille! Ne ho provati a bizzeffe, ma da quando ho incontrato quello alla rosa rubiginosa di Fitocose, non lo cambio più! Lo applico con questa tecnica ninja e lo lascio assorbire non più di 5min e dopo è perfettamente pronto per il mio trucco.
  4. Viso e décolleté: questo è lo step su cui sto ancora sperimentando, al momento la crema all'alchemilla sempre di Fitocose va abbastanza bene, anche perchè continuo ad usare il fondo minerale che ha bisogno di una base bella consistente, ma d'estate usavo il jalus plus e il no-pori gel... to be continued;
  5. Makeup: quello base, senza il quale difficilmente esco, è composto da correttore/copriocchiaie (al momento Essence forget-it!), fondotinta minerale (Nevemakeup Light Neutral), ombretti vari, blush (Coy di ELF) e mascara (30 days extension daily treatment di Kiko).
VISO - Sera
  1. Strucco: applico l'olio di jojoba nel contorno occhi (1 volta ogni tot in tutto il viso, ma avendo la pelle tendenzialmente mista, tutti i giorni sarebbe eccessivo) Non uso dischetti, panni o altro, solo le dita, come spiegavo in questo mio vecchio post. Ho finalmente finito quel primo flacone di olio, di cui vi devo parlare in un post apposito (ci sono nuovi sviluppi), e sto finalmente usando quello di Fitocose.
  2. punti 1, 2 e 3 della mattina;
  3. Viso: crema all'acido glicolico di Fitocose. Marguerite ne ha fatto una splendida recensione qui, evito di ripetervi io quello che lei ha spiegato così bene.
Infine, in maniera del tutto trasversale (di mattina, mentre sono a lavoro, prima di andare a dormire) applico il balsamo labbra Basis Sensitiv ecobio della Lavera, di cui LaDamaBianca ha fatto una ottima recensione qui.

Come vedete sono tutti prodotti che qui nel "tunnel" conosciamo un pò tutte e vi posso garantire che il costo di tutto ciò è di molto inferiore alla media della spesa per le stesse operazioni con prodotti tradizionali da supermercato... e la pelle ringrazia!

A presto per la beauty routine corpo!

domenica 24 ottobre 2010

Kiko: Double touch 10 hour lipstick

Se non mi si attacca il sugo nel mentre, tengo fede alla promessa fatta a Mary e vi recensisco questo rossetto Kiko!
Allora, trattasi della versione dei lipstain (rossetti permanenti/tinte per labbra) della Kiko, il formato è del tutto simile a tanti altri in commercio, quindi: una base colore permanente e un gloss idratante, ciascuna con 4ml di prodotto e una scadenza dall'apertura di 24mesi, prezzo € 6,90.
Io ho un colore molto naturale e opaco, ma ci sono tanti altri colori con brillantini e più accesi.



Premessa importantissima: io ho delle brutte labbra (come potete vedere nelle foto), per forma e "pienezza", motivo per cui ho e uso poco i rossetti, mi piacciono molto di più i gloss, perchè nel mio caso evidenziano meno, ma danno comunque un tocco carino...
 
Detto questo, il double touch mi è piaciuto molto, perchè è davvero molto molto resistente... la base!
Francamente il gloss non è ne meglio ne peggio di mille altri, in termini di idratazione e durata, quindi parlo principalmente della base colorata: ha un applicatore a spugnetta, con cui io riesco ad essere anche abbastanza precisa (magari con colori che staccano di più, meglio andare di pennellino).
Lo metto, aspetto che si asciughi (è veloce, 30sec al max, si sente dall'odore che contiene sostanze credo alcooliche) dopodichè applico il gloss, che ha un pennellino, e potrete vedere subito che rimane perfettamente pulito!
E' vero che la base ha un effetto diseccante, quindi eviterei di usarlo tutti i giorni, e comunque compensare bene con balsami labbra buoni prima e dopo l'uso.
Update: la base va applicata sulle labbra pulite, quindi se avevate del burrocacao, va rimosso completamente!
Per arginare l'effetto, è meglio riapplicare il gloss più volte nel corso della giornata, ma dopo molte ore, potreste trovarvi qualche antiestetica pellicina, quello si...
La durata è pazzesca: ci bevo, mangio, ecc. ma lui rimane li!
Che altro dire? A me piace molto, ma tenete presente che non ho termini di paragone, quindi vedete questa recensione sotto questa prospettiva :)

giovedì 21 ottobre 2010

Consiglio blog ecobio

Alcune di voi già la conosceranno, ma volevo segnalarvi il blog di questa ragazza che ho trovato per caso, "scrucugliando" tra i blog che segue EcoBioPlanet....
Oltre alle recensioni di prodotti ecobio, è un'esperta spignattatrice che condivide con noi le sue conoscenze e che mi ha appena postato una splendida ricetta del deodorante al bicarbonato che tanto volevo sperimentare!
A tutte quelle che sono incuriosite come me dall'argomento... buona lettura!


Notteeeee...
Giò

martedì 19 ottobre 2010

My Kiko Collection

Visto che da qualche tempo vi parlo della mia collaudata esperienza con Kiko, ma riuscire a recensirvi tutto sarebbe faticoso e neanche troppo utile, ho pensato di cavarmela così:
vi mostro la mia collezione, divisa per prodotti già recensiti e da rencensire.
Se doveste vedere qualche prodotto che vi interessa tra quelli da recensire, vi faccio la review con mucho gusto!
Update: man mano che mi capita di recensire prodotti dell'elenco qui sotto, sposto il prodotto nell'elenco recensiti con relativo link.

DA RECENSIRE

Mani:
  • Strong & shiny: indurente sbiancante;
  • Shiny top coat: credo ce ne siano di migliori in commercio;
  • Nail lacquer 215, 290, 267, 294, 227: la loro fama li precede;
  • Manicure sticks: bastoncini di ciliegio spingicuticole, buoni;
  • Nail corrector pen: correttore solvente a penna per smalto, per me indispensabile;
  • Glass nail file: lima in vetro, la svolta epocale;
Occhi:
  • Long lasting stick eyeshadow 07 e 08: non sono i 2 colori migliori, credo che i toni scuri siano molto meglio;
  • Pro gel mascara: mascara rinforzante trasparente, rifilato in sostituzione di prodotto difettoso;
  • Eyeshadow (vecchia serie) 08, 58, 79, 10 e 68: il 58 è orribile, gli altri non male;
  • Cream eyeshadow 02: peggior prodotto kiko! ma preso a 1€ da usare come illuminanji;
  • Smart eye pencil: 100 (grigio) e 102(lilla): niente di che, svaniscono in fretta, ma prese a 1€;
  • Precision eye pencil 301(marrone): non mi piace, nella rima interna svanisce subito;
  • Glamorous eye pencil 410 (verde malachite): durata eccellente, la mia matita occhi preferita;
  • Kajal 01: così così;
  • Palette roppongi green 05 della collezione Electric Town: la ricomprerei 100 volte;
  • Posh couture sparkling eyeliner 02: eyeliner glitterato sul rosa, sfizio poco usato;
  • Double sharpener: temperino doppio, buono, ma "canale" corto, non fa la punta sottilissima.



    RECENSITI:


    Colour Sphere Eyeshadow e Duo matt;
    Sun Mousse Eyeshadow (Light green e bronze);
    30 days extension daily treatment mascara;
    Double glam eyeliner 02 Plum and Chocolate (Siberian flowers);
    Luxurious Eyeshadow Palette 01 Moscow Chic Peach (Siberian flowers)
    Cuticle trimmer
    Double touch 10 hour lipstick (07 Rosa mauve)
    Smart lipstick 78: marrone chiaro
    Sunproof Stylo Sun Essentials (02 Sheer Nude)
    Posh Couture Lipstick (02 Regal Rose)



    Spero vivamente vi possa essere utile!
    Saludos
    Giò

    sabato 16 ottobre 2010

    Pennellame: Kiko occhi (I parte)

     Oggi inizio una serie di post su una (se non La) voce di spesa più consistente per chi entra nel tunnel del makeup: i pennelli.
    Circa un anno fa, quando ho iniziato ad entrare in questo baratro, la primissima esigenza che si presenta a tutte, è avere almeno un paio di pennelli occhi, quello è il "punto zero" del percorso.
    Purtroppo, quando si è al punto zero, le conoscenze sono ancora limitate e l'urgenza è tanta, quindi credo che molte di noi si siano buttate su pennelli sicuramente molto economici e, magari, poco adatti. Io non faccio eccezione!
    Cercherò di ripercorrere con voi l'evoluzione del mio "parco pennelli", per arrivare a quello che a me, salvo una paio di migliorie, mi pare sufficiente per le mie esigenze...


    Quando ancora ignoravo questo mondo, prima di farmi una cultura online,  i pennelli da trucco si compravano da Sephora o da Kiko.
    Quest'ultima, per vicinanza e prezzo, nella mia urgenza, ha vinto sulla prima.
    Voi direte: "Nooooooooooooooo!!!!"
    Chiaro, i miei primi 3 pennelli sono costati 30€, l'equivalente di un set Sigma o Zoeva o di mille altre marche infinitamente migliori... ebbene, tornando indietro farei una scelta diversa, sicuro... ma io li uso quotidianamente e fanno il loro sporco lavoro.
    Altri lo farebbero meglio, ma c'è sempre un meglio, se sto dietro a questo raginamento, ciao!
    Ve li presento:



    • il 202: la brutta copia del 239 di MAC, molto meno folto, ma raccoglie e applica gli ombretti in modo soddisfacente, asciutto e bagnato, non mi ha mai perso un pelo, le setole non si sono tinte.
      Io gli ho lasciato il tubicino trasparente, che essendo rigido lascia passare l'aria, che tiro su dopo la pulizia affinchè riporti all'ordine quei 2 o 3 peletti che si tuffano lateralmente.
      Setole: naturali (credo capra)
      Prezzo: € 9,90

    • il 203: questo pennello è uno dei miei preferiti per stendere gli ombretti, compatti o minerali, da bagnati. Le setole da bagnate si appiattiscono in modo che, di taglio, ha una precisione da eyeliner, utile soprattutto per applicare l'ombretto sotto le ciglia inferiori.
      Ottimo come applicatore di corettore e si pulisce facilmente, tenendo sempre la forma perfetta, mai perso un pelo neanche lui!
      Setole
      : sintetiche
      Prezzo: € 9,90

    • il 204: pennello angolato di tutto rispetto! Ho avuto modo di osservarne altri (non MAC) tipo Zoeva di diversi set, e per la mia modesta opinione, questo è migliore, la sezione mi pare più sottile di altri, senza perdere in rigidità delle setole. Lo utilizzo per tutti gli scopi noti con molta soddisfazione. Si pulisce benissimo e mai perso setole, as usual...
      Setole: sintetiche
      Prezzo: € 9,90
    Ripeto, io non ho esigenze particolarmente spinte, ne velleità da makeup artist, oltretutto la reperibilità ha il suo peso. Poi almeno i primi volevo scegliermeli live:)
    Grazie al tatto, vi posso dire di girare alla larga dal 200 (pennello conico occhi), che dovrebbe essere il loro pennello da sfumatura... che introduce la prossima puntata, visto che l'esigenza immediatamente successiva è stata quella di sfumare l'ombretto applicato... a presto!

    venerdì 15 ottobre 2010

    Tag: Sai tenere un segreto?!


    Quell'alligatrice di Ely mi ha tirato dentro questo tag, vediamo quanti danni riesco a fare...

    1. ehm... nel mio profilo ho scritto che convivo, ma in realtà sono sposata da più di 1anno :P (finalmente posso scrivere MARITO!!!)
    2. parlo da sola, ma fatemi spiegare! io non amo la tv in sottofondo, se proprio devo mettere qualcosa, decisamente musica, ma amo molto il silenzio... che rompo giusto con la mia voce, mentre faccio le cose, ad es. "no, questa non è da lavare, ma dove ho messo quella cosa?", ecc. Diciamo che mi tengo compagnia. Poi capita che per ragionare su una situazione, lo faccia a voce alta, un pò come quando si studia e si ripete a voce alta: funziona meglio.... no?!? (unica risposta ammessa -> SI)
    3. da bambina avevo diversi amici e parenti immaginari (zio Pantera, ecc.)
    4. non ho vizi, manie o fobie, ma un'unica esigenza vitale: il caffè fresco appena alzata da bere in piedi... ne va della mia regolarità intestinale (activia : marcuzzi = caffè mattutino in piedi : giovanna... ci siamo capite, no?) e se salto il turno.... lasciate ogni speranza o voi che mi incontrate!!!
    5. adoro la musica napoletana, ma ALT! specifichiamo: quella "antica", dagli anni 50 in poi non c'è molto che mi aggradi... a me scendono i lacrimoni e viene la pelle d'oca ogni volta che ascolto Era de Maggio... nu' ce sta nien'da fà!
    6. a 14 anni (a proposito di depilazione) mi passavo il rasoio di mio fratello tra le sopracciglia e per circa 10cm nelle caviglie... il tanto che sbucava dai jeans Uniform, ma senza essere cassata da mia mamma :D
    7. non mi sono mai depilata l'inguine! Non ne ho bisogno, anche se tutte quelle a cui lo dico, strabuzzano gli occhi, pensando che in realtà mi piace "portarla" anni '80 (cit. Fabio Volo) E se anche fosse?!? Si usano un sacco gli anni 80...
    Basta, disgraziate, adesso sapete quasi tutto quello che c'è da sapere di me... contente?!?

    Visto che ormai in molte l'avete già fatto, tiro dentro solo Milly in make up land, una new entry... sono molto curiosa!

    lunedì 11 ottobre 2010

    Ecor: Shampoo aloe e pantenolo per lavaggi frequenti

    Buonasera care,
    post velocissimo per parlarvi di quello che, da 6mesi a questa parte, è il mio shampoo ecobio preferito.
    Ma vi ricordo che io ho i capelli a tendenza grassa e corti a caschetto, particolari importanti al fine della valutazione perchè il mio shampoo ideale è quello che non contiene ingredienti troppo oleosi, sennò finirei per diventare schiava dei lavaggi.
    In generale, ricordatevi che il capello grasso non va affatto sgrassato, ma lavato con shampoo delicati proprio come questi per lavaggi frequenti.
    Questo shampoo:
    • fa poca schiuma (se si diluisce con un pò d'acqua, si distribuisce meglio);
    • non è profumato;
    • non è affatto districante... anzi!
    Quindi consiglio caldamente l'utilizzo di balsamo per capelli più lunghi dei miei.
    Detto questo, ho pagato circa 7€ un flacone di 500ml che, con la mia capigliatura, è durato tantissimo e i capelli, gradualmente, si sporcavano sempre meno, sono addirittura riuscita a passare dal lavaggio a giorni alterni a ben 1giorno si e 2 no!
    Maledetto il giorno che ho deciso di provare quello che sto usando attualmente per "cambiare"... squadra che vince, non si cambia!
    Comprato all'emporio del naturale, quindi presumo si trovi anche nei NaturaSì...
    Lo ricomprerò di sicuro!
    Gud nait...

    Update 04/01/2011: ho finito la seconda confezione di questo shampoo e devo dire che, per quanto l'effetto stoppa sul capello sia sparita con la nuova formulazione, in questi mesi ho prima notato un leggero prurito al cuoio capelluto, sparito in un paio di settimane, e poi la maggior durata della pulizia non l'ho ritrovata :(
    Ora, per il prurito può dipendere dal fatto che io non ho integrato i lavaggi frequenti con NESSUN metodo "idratante", anzi! Non solo, ho pure iniziato a farmi l'hennè, che un pò asciuga il cuoi capelluto... Quindi ho in programma di cominciare con impacchi pre-shampoo (tipo quello col gel ai semi di lino che mi sto per spignattare) e, soprattutto, alternare lo shampoo al cowash... vi ri-aggiorno!

    venerdì 8 ottobre 2010

    KIKO: 30 days extension daily treatment mascara

    L'altro giorno, con una amica da Kiko, riflettevamo che questa marca non è certo famosa per i mascara, ed è effettivamente un parere abbastanza diffuso.
    Io non sono particolarmente fissata con questo prodotto, nell'ultimo anno ne ho comprati 3 e 1 mi è stato regalato... e non smanio affatto di comprarne altri!
    Credo questi mi dureranno ancora parecchio.
    Uno di questi è proprio questo Kiko, motivo per cui voglio parlarvene brevemente, visto che sono ancora in saldo, potrebbe esservi utile.
    Questo mascara l'ho preso inizialmente nel kit giorno+notte come trattamento allungante, visto che avevo letto qualche recensione positiva in tal senso. Purtroppo il kit era difettoso: l'applicatore del prodotto notte si staccava e, infatti, li hanno ritirati quasi tutti dal commercio, quindi me l'hanno sostituito con quello trasparente.
    Ovviamente, dopo questo episodio, mi è passato l'entusiasmo per la terapia allungante, ma ho continuato ad usare questo mascara come comune mascara giornaliero, visto che lo scovolino è di quelli che mi piacciono: separa bene le ciglia, distribuisce la giusta quantità di prodotto, non lascia grumi, cosa per me fondamentale.


    Non è waterproof e non infoltisce, però sulle mie ciglia ha un leggero effetto allungante, quello si.
    Lo definirei un sobrio mascara da giorno.
    Lo sto usando da giugno quasi tutti i giorni, ce n'è ancora e non si è affatto seccato e... dopo mesi (sarà suggestione?) trovo le mie ciglia un pò più lunghe e sane.
    Ssapete da cosa me ne accorgo? Usando il piegaciglia, che applico più o meno alla stessa altezza, vedo proprio che escono fuori più lunghe!
    Sto pensando seriamente di fare scorta prima che lo tolgano dai saldi... che dite?

    Prezzo: 3,90€ (saldi)
    Contenuto: 8ml
    Scadenza: 6mesi

    mercoledì 6 ottobre 2010

    Linea Auchan bio

    Finalmente posso darvi la mia opinione sui prodotti che ho testato di questa linea comparsa solo da qualche mese negli scaffali Auchan e di cui online si trova poco o niente.
    Per questo cercherò di essere più precisa del solito, ma vi invito a usare, col copincolla dal mio post, il fantastico INCI Analyzer segnalato da  EcoBioPlanet e trooooooppo utile per essere ignorato :)
    Cominciamo!

    Gel doccia agrumi/ylang ylang con estratto di nocciolo biologico
    La confezione riporta questa descrizione:
    "I prodotti Auchan bio sono elaborati senza paraben, senza fenossietanolo, senza PEG, senza coloranti, senza silicone. Non sono testati su animali e sono certificati da Ecocert. La composizione delicata del gel doccia Auchan bio offre dolcezza e benessere durante l'uso e rende la vostra doccia un piacevole momento di relax."
    INCI agrumi: AQUA, ALOE BARBADENSIS GEL (da agricoltura bio), POLYGLYCERYL-4 CAPRATE, AMMONIUM LAURYL SULFATE, COCAMIDOPROPYL BETAINE, GLYCERIN, BENZYL ALCOHOL, SODIUM COCOAMPHOACETATE, SODIUM BENZOATE, PHYTIC ACID, MARIS AQUA, CITRUS GRANDIS OIL, SODIUM HYDROXIDE, CITRUS SINENSIS OIL, CORYLUS AVELLANA EXTRACT, POTASSIUM SORBATE, LIMONENE.
     INCI ylang ylang:AQUA, ALOE BARBADENSIS GEL,POLYGLYCERYL-4 CAPRATE,AMMONIUM LAURYL ,SULFATE,COCAMIDOPROPYL BETAINE,GLYCERIN,BENZYL ALCOHOL,SODIUM COCOAMPHOACETATE, SODIUM BENZOATE,PHYTIC ACID,CANANGA ODORATA OIL,
    MARIS AQUA,SODIUM HYDROXIDE,CORYLUS AVELLANA EXTRACT,POTASSIUM SORBATE, BENZYL BENZOATE,LINALOL.
    Prezzo: € 3,90 per 250ml
    Scadenza: nessun logo vasetto, ma scadenza specifica sul fondo (nel mio caso, 01/2012)
    Opinione: mi piace! le due profumazioni ora disponibili sono piacevoli, per quanto non particolarmente originali, e soddisfano sia le esigenze di freschezza (agrumi = maschi) che di relax (ylang ylang = femmine).
    Fanno la giusta schiuma, li ho usati per più di un mese, alternandoli, e la mia pelle si è comportata come con tutti gli altri doccia schiuma sintetici: punti critici da idratare (gambe, gomiti). Non stiamo parlando di prodotti miracolosi alla Fitocose, ma secondo me sono un ottimo compromesso di performance, maggior rispetto dell'ambiente e della pelle e, diciamolo, prezzo e reperibilità.
    Giudizio: promosso!


    Deodorante 24h con estratto naturale di Aloe vera biologica senza alluminio roll-on
    INCI: AQUA, ALCOHOL, ANTHEMIS NOBILIS FLOWER EXTRACT, GLYCERIN, OCTYLDODECANOL, CETEARYL WHEAT STRAW GLYCOSIDES, CETEARYL ALCOHOL, SODIUM STEAROYL GLUTAMATE, XANTHAN GUM, PARFUM, ALOE BARBADENSIS LEAF JUICE, SODIUM BENZOATE, POTASSIUM SORBATE, SODIUM USNATE, HIBISCUS SABDARIFFA FLOWER EXTRACT, CITRIC ACID, GERANIOL, LIMONENE, LINALOOL.
    Prezzo: € 1,50 per 50ml
    Scadenza: 12mesi
    Opinione: se lo descrivo come deodorante invernale, scommetto che capite subito cosa ne penso! Ha un odore piacevole, appena messo un pò forte, ma poi evapora... ma assieme a lui se ne fa anche l'efficacia. L'ho testato qualche giorno a settembre, quando ha fatto quell'altra ondata di caldo potente, e io proprio non mi posso permettere di usarlo a lavoro, nonostante sia, a detta di tutti, una che suda poco. Peccato, sarebbe stata una svolta epocale, ma non ci siamo ancora... lo finisco e proverò l'allume suggerito da LaDamaBianca :)
    Giudizio: bocciato!


    Dentifricio alla menta biologica
    INCI: AQUA, GLYCERIN, MENTA VIRDIS WATER, SILICA, XANTHAN GUM, TITANIUM DIOXIDE, POTASSIUM SORBATE, AROMA, SODIUM BENZOATE, SODIUM LAURYL SULFATE, CALCIUM CARBONATE, CITRIC ACID.
    Prezzo: € 2,30 per 75ml
    Scadenza: 10/2011
    Opinione:vi giuro che c'ho provato, ma il sapore proprio nn mi piace! Mi ha sparaflashata negli anni 80, quando alle elementari facevano la giornata dell'igiene orale e ci davano quei kit con le pastiglie rosse per evidenziare la placca... ecco! Sarà sano quanto vuoi, ma la menta la sentirebbero giusto i sommelier... non ce la faccio ancora senza il mio mentadent P, portate pazienza... però giuro che lo finisco!
    Giudizio: bocciato!

    Conclusioni: tentativo apprezzabile, soprattutto perchè partito da un marchio di grande distribuzione, ma deodoranti e dentifrici sono ancora un fronte su cui spendere altre energie... io sono disponibile a testare tutto, soprattutto a questi prezzi! Sui doccia schiuma, invece, ci siamo...

    martedì 5 ottobre 2010

    Proporzioni... queste sconosciute!

    Care lettrici,
    state tranquille, prima o poi tornerò ai miei soliti argomenti, ma oggi sento l'impellente desiderio di condividere con voi un argomento che troppe volte mi ha fatta imbufalire, ovvero: la totale ignoranza dell'esistenza delle proporzioni e la loro considerazione nell'ambito di peso corporeo e taglie dei vestiti.
    Aneddoto introduttivo
    Due amiche, a occhio di uguale corporatura, si pesano davanti a me e altri amici, scarpe incluse.
    E' risultato che avevano tipo 7kg di differenza. Parte l'inchiesta: com'era possibile che, pur essendo visivamente simili, anzi, quella che pesava di più sembrava pure più asciutta dell'altra, avessero quella differenza?
    Il 99% hanno concluso che si trattasse di un tipico caso di OSSA PESANTI (come mi ripeteva mamma per salvarmi dalle paranoie adolescenziali).
    L'1%, ovvero io, da ex adolescente disillusa, ho capito subito dove stava il trucco (in anni non sospetti): la più "leggera" aveva 10cm di tacco, l'altra le ballerine, quindi la prima era nettamente più bassa, motivo per cui, pur pesando 7kg di meno, era visivamente più in carne dell'altra.

    Io spero che la vostra intelligenza capisca che questo post non sta minimamente sfiorando la critica verso chi è più basso della media.
    Ma piuttosto vuole essere uno sfogo definitivo verso quelle ragazze che ho incrociato nella mia vita e che, davanti alla mia disperazione nel non trovare pantaloni carini che mi entrassero (avendo una 44/46 per 1,65m di altezza), mi hanno risposto: "Ah no, io di questi problemi non ne ho, porto la 42!".
    Non ho mai avuto il coraggio, o direi meglio, l'educazione, di fargli notare come stavano davvero le cose.
    Ecco, glielo diciamo una volta per tutte che una 42 in 1,50m o poco più, equivale alla mia 44? E che quindi, nel complesso, in termini di ciccia superflua, ha ben poco da gongolare?
    Mi ricordano tanto quelli che si aggiungono 5cm d'ufficio, e si spacciano, ad es. per 1,70. Poi, faccia a faccia, siamo uguali, e quando io dico di essere 1,65 "Noooooo, ti stai sbagliando!!! Tu sei almeno 1,70, perchè vedi che sei come me e io sono 1,70!!!!"
    Ne ho le scatole piene di questa gente farlocca, a me non me ne frega nulla di cosa segna la bilancia o il metro, l'importante è piacersi (in primis) e piacere, non volendo essere ipocriti nella società di oggi... basta che questo aspetto non acquisisca priorità fuori luogo, no?
    Poi la bilancia può segnarmi 100kg, ma se l'immagine che do di me funziona, è forse l'unico caso in cui la matematica e i numeri... diventano un'opinione ;)
    Fine sfogo! Prometto di tornare presto con le mie vecchie recensioni...